iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Valanga travolge e uccide due scialpinisti nel Bresciano

Di Redazione16 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Valanga travolge e uccide due scialpinisti nel Bresciano

Valanga travolge e uccide due scialpinisti nel Bresciano

BRESCIA — La corsa contro il tempo per salvare loro la vita non è bastata. Due scialpinisti di 53 e 38 anni sono morti dopo essere stati travolti da una slavina nella Conca di Casola, a Temù, in Val d’Avio, nel Bresciano.

I due sono stati raggiunti dai soccorsi sabato notte. A lanciare l’allarme le famiglie preoccupate perché i due, usciti nel pomeriggio per l’escursione, fino a tarda serata non erano rientrati a casa.

Secondo la prima ricostruzione dei fatti, i due scialpinisti stavano facendo fuoripista quando sono stati travolti dalla valanga. Sepolti dalla neve, sono stati trovati dai soccorritori ancora vivi ma in condizioni disperate per l’ipotermia.

Portati nel più breve tempo possibile all’ospedale di Edolo, i due sono stati sottoposti a ripetuti tentativi di rianimazione da parte dei medici.  Purtroppo, le troppe ore passate sotto la neve sono state fatali. I due,  Aldo Sandrini, 38enne di Ponte di Legno, e l’amico 53enne Enrico Zani sono morti domenica mattina.

Sci si rompe durante un salto: ragazzo ferito

Sci si rompe durante un salto: ragazzo ferito TORINO -- Il caso sta facendo molto parlare. Uno sciatore è rimasto ferito seriamente in ...

Giallo a Milano: 50enne assassinata in casa

I carabinieri in azione MILANO -- Giallo a Milano per il ritrovamento del cadavere di una donna, Loredana Boscaini, ...