iscrizionenewslettergif
Politica

Firme false: il pidiellino Podestà rinviato a giudizio

Di Redazione14 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Guido Podestà

Guido Podestà

MILANO — Il presidente della Provincia di Milano, il pidiellino Guido Podestà, è stato rinviato a giudizio dal gup Stefania Donadeo in merito alle firme false raccolte nel 2010 per le elezioni regionali a sostegno del listino di Roberto Formigoni e della lista del Pdl.

Con lui saranno processati quattro consiglieri provinciali a partire dal 4 marzo prossimo: Niccolò Mardegan, Marco Martino, Alessandro Turci e Barbara Calzavara.

Sul provvedimento a carico di Podestà pesano le accuse formulate tempo fa da Clotilde Strada, già assistente del consigliere regionale pdl Nicole Minetti al Pirellone.

L’ex sindaco di Magenta (Milano) Luca Del Gobbo ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato e altri quattro imputati, tra cui la stessa Strada, hanno optato per il patteggiamento. Il gup Donadeo ha rinviato la decisione su questo punto al prossimo 8 gennaio.

Pdl Bergamo, primarie virtuali: chi vorresti in parlamento?

Jannone e Fontana durante il loro mandato in parlamento BERGAMO -- Le elezioni si avvicinano a passo veloce. Per cercare di misurare la temperatura ...

Finanziamento illecito: indagati 40 consiglieri regionali

Il consiglio regionale della Lombardia MILANO -- Nuova bufera sul Pirellone. Una quarantina di consiglieri regionali lombardi sono indagati in ...