iscrizionenewslettergif
Bergamo

Donna di 30 anni rischia di partorire al supermercato

Di Alessandra Raimondi13 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'Esselunga di via San Bernardino a Bergamo

L’Esselunga di via San Bernardino, a Bergamo

BERGAMO — Ha rischiato di partorire al supermercato.  E’ accaduto ieri sera intorno alle 19.20 a una donna di trent’anni che si trovava all’Esselunga di via San Bernardino, a Bergamo.

La malcapitata, al termine della gravidanza, era entrata nel supermercato con il marito per fare la consueta spesa.  Ma mentre i due erano indaffarati con carrelli e sacchetti nel reparto latticini del supermercato, all’improvviso il bimbo che la donna aveva in grembo ha deciso di nascere.

La donna ha rotte le acque. Subito si è sdraiata a terra, mentre il marito richiamava l’attenzione dei clienti del supermercato. Sono stati attimi di agitazione. Poi, una guardia giurata della “Sorveglianza italiana”, presente sul posto per un servizio antirapina, ha chiamato il 118.

Nel frattempo dagli altoparlanti del supermercato è stato chiesto se tra le persone presenti ci fosse un medico che potesse prestare i primi soccorsi. Purtroppo non c’era.

Nell’attesa la donna è stata fatta sedere vicino alle casse. Il personale del 118, giunto sul posto, ha prestato le prime cure confermando l’imminente nascita del bambino. Trasferita d’urgenza agli Ospedali Riuniti di Bergamo, la donna ha dato alla luce un bimbo. I genitori lo hanno chiamato Erik.

Olivati (Fiaip): ripresa del mercato immobiliare dopo il 2013

Ripresa del mercato immobiliare ancora lontana BERGAMO -- Mutui e compravendite in calo. Dati Istat mai così neri dal 2008. Mentre ...

Autostrada Bergamo-Treviglio: “Cambiamola” contro le banche

I rappresentanti del Comitato Cambiamola davanti a Ubi Banca BERGAMO -- Hanno scelto le 12 del 12 dicembre 2012 per manifestare tutta la loro ...