iscrizionenewslettergif
Readers

Sarah Scazzi e il contadino scaltro

Di Redazione12 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Michele Misseri

Michele Misseri

BERGAMO — Sono d’accordo con quanto scrive Massimo Picozzi riguardo alla figura di Salvatore Misseri, zio di Sarah Scazzi, per il cui omicidio si svolge il processo in questi giorni.

A prescindere dalle conclusioni a cui giungerà la giustizia, ritengo anch’io, come l’ articolista, che abbiamo a che fare con un soggetto che non merita la minima attenzione da parte dei media né, tantomeno, da parte di coloro che stanno seguendo le vicende processuali.

Questo contadino che sta cercando di inurbarsi (probabilmente ha anche lui un curatore di immagine, figura indispensabile per chi deve comparire
in pubblico, in qualunque ruolo, anche quello più infimo e meschino), sembra quasi bearsi di comparire davanti alle telecamere, cambia a suo piacimento la versione dei fatti.

Fossi io il magistrato inquirente, lo metterei dietro le sbarre solo per questo e, se per ipotesi, dovesse uscire dalla vicenda con una condanna poco rilevante, è sicuro che, tra un pò di tempo lo ritroveremo in qualche salotto televisivo, insieme a qualche vip salito come lui agli onori della cronaca per fatti poco edificanti.

Cosa diceva Dante? “Non ti curar di lui ma guarda e passa”.

Giorgio Giannitti

Disagi sui treni: segnalali a Legambiente

Al via la campagna "segnala il disagio" BERGAMO -- Dopo il caos sui treni pendolari e i passeggeri avvisati troppo tardi dei ...

Corsia preferenziale di Loreto: ecco perchè siamo contrari

Via Broseta BERGAMO -- Una netta contrarietà alla realizzazione della corsia preferenziale nella zona di Loreto-Croce Rossa-Longuelo. ...