iscrizionenewslettergif
Politica

Il New York Times: lo spudorato ritorno di Berlusconi

Di Redazione12 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

NEW YORK, Usa — Dire che lo considerino un grande statista è una bestemmia. Il New York Times, il quotidiano più importante e prestigioso del mondo, saluta la nuova discesa in campo di Silvio Berlusconi con un titolo che è tutto un programma: “Lo spudorato ritorno di Mr.Berlusconi”.

Nell’editoriale privo di firma si sostiene che la ridiscesa in campo del Cavaliere “è una cattiva notizia per la politica italiana e per le riforme economiche”.

“Le riforme del mercato del lavoro proposte da Monti hanno subito un calo, soprattutto perché ha dovuto placare gli animi elettorali di Berlusconi e del centrodestra e quelli del Pd, il partito di centrosinistra e la sua domanda di tutela del lavoro” scrive il quotidiano.

“Quando la settimana scorsa Berlusconi ha ritirato il sostegno del suo partito, Monti ha risposto annunciando che avrebbe dato le dimissioni, chiedendo nuove elezioni dopo l’approvazione della Legge di bilancio. Le elezioni sono previste nel mese di febbraio. Poiché, probabilmente, nessuna delle parti sarà in grado di formare un governo da sola, dovranno costruire la maggioranza con il sostegno di una miriade di piccoli partiti di sinistra, destra, centro e separatisti”.

“Berlusconi si posiziona come un candidato favorevole all’Europa, ma anti-austerità. Ma gli altri leader europei hanno imparato a non prendere lui o le sue mutevoli posizioni sul serio. Eppure, se  riuscirà ad attirare voti sufficienti per creare un blocco di centrodestra, si troverà nelle condizioni di poter ostacolare qualsiasi governo a maggioranza, se non per i suoi distruttivi, egoistici fini”.

”Nonostante possa sembrare uno scherzo di cattivo gusto, visti i suoi fallimenti sul fronte delle riforme e dell’economia e i suoi scandali sessuali, il ritorno di Berlusconi potrebbe fare molti seri danni. La ripresa dell’Italia dipende da una leadership sobria”.

Ecco il link all’articolo originale del New York Times

 

Stucchi (Lega): Bersani-Vendola? Il partito delle tasse

Giacomo Stucchi BERGAMO -- "Il governo tecnico non solo ha drogato la democrazia, avendo di fatto esautorato ...

Elezioni anticipate: ipotesi 17 febbraio

Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri ROMA -- Mentre i partiti sono ormai in campagna elettorale, il governo sta cercando la ...