iscrizionenewslettergif
Politica

Monti tranquillizza i mercati, Berlusconi fa l’offeso

Di Redazione11 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi e Mario Monti

Silvio Berlusconi e Mario Monti

MILANO — Come prevedibile, è stato un lunedì nero per la Borsa in seguito agli attacchi di Silvio Berlusconi e alle dimissioni di Mario Monti. Gli investitori internazionali non amano l’incertezza tipica del nostro paese e dunque seduta negativa per la Borsa di Milano, ampiamente la peggiore d’Europa: l’indice Ftse Mib ha chiuso in perdita del 2,20 per cento a 15.354 punti.

Lo spread Btp-Bund chiude a 351 punti base, dopo aver superato quota 360 punti nel corso della seduta. Il rendimento del Btp a 10 anni termina al 4,81 per cento. Il differenziale tra i decennali di Spagna e Germania chiude a 425 punti base con il tasso dei Bonos al 5,56.

Il presidente del consiglio Mario Monti ha cercato di tranquillizzare i mercati. Monti ha spiegato di comprendere le reazioni ma, ha detto, “non devono essere drammatizzate”. E ai mercati ha ricordato che attualmente “il governo è pienamente in carica, non ha lasciato”.

I mercati “non devono temere un vuoto di decisione – ha aggiunto Monti -. Il governo è in carica in tutte le sue funzioni, sarà in carica per ordinaria amministrazione anche dopo che il capo dello Stato avrà deciso lo scioglimento delle camere e resterà in carica finché non passerà le consegne al nuovo governo. Pertanto, i mercati non devono temere un vuoto di decisione in Italia”.

“Monti è attivo non so quale ruolo sceglierà ma l’ho visto piuttosto attivo, tutt’altro che in disarmo” ha aggiunto il presidente francese Francois Hollande, parlando con i giornalisti.

Missione Usa per il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli che da mercoledì sarà prima a New York e poi a Washington. La missione, che avrà anche l’obiettivo di rassicurare i mercati, prevede incontri con investitori, con il segretario al Tesoro Usa Timoty Geithner e il capo dei consulenti economici di Obama, Alan Krueger.

E intanto Silvio Berlusconi fa l’offeso. “Le reazioni eccitate e fuor di luogo di alcuni politici europei e di alcuni quotidiani stranieri alla notizia di un mio impegno rinnovato nella politica italiana risultano offensive non tanto nei miei confronti personali quanto per la liberta di scelta degli italiani” ha spiegato in una nota.

“Sarebbe fin troppo facile collegare queste ingerenze, del tutto ingiustificate sul piano della democrazia e del mio impegno in Europa, con l’ennesima manovra speculativa tesa a indebolire le nostre aziende e a renderle facile preda di acquirenti stranieri”.

Elezioni in Lombardia accorpate: il 17 o il 24 febbraio

Le elezioni regionali e politiche saranno accorpate in Lombardia ROMA -- Le elezioni politiche e regionali saranno accorpate in Lombardia, e potrebbe avvenire il ...

Salta il riordino delle Province: tutto come prima

Salta il decreto di riordino delle Province ROMA -- Di tagli non se ne parlava proprio, ma ora salta anche il riordino ...