iscrizionenewslettergif
Readers

Disagi sui treni: segnalali a Legambiente

Di Alessandra Raimondi11 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Al via la campagna "segnala il disagio"

Al via la campagna “segnala il disagio”

BERGAMO — Dopo il caos sui treni pendolari e i passeggeri avvisati troppo tardi dei disagi, Legambiente lancia: “Segnalo il Disagio”, la campagna di segnalazioni dei disservizi su Facebook, Twitter e Lombardia 2.0. A detta di Legambiente è stata tutta sbagliata la programmazione di Trenord nell’attivare il nuovo sistema dei turni.

I colpevoli di questa situazione si assumano le loro responsabilità: chi ha sbagliato paghi. Scusarsi oggi è tardi, i pendolari andavano avvisati già domenica quando sono iniziati i primi disagi. Invece non si è voluto affrontare tempestivamente il problema comunicando ai passeggeri la vera natura dei disservizi che avrebbero dovuto sopportare”. Questo il commento di Legambiente in merito alla difficile situazione che stanno vivendo in queste ore i pendolari delle linee ferroviarie lombarde.

Già domenica scorsa, quando il ramo delle Nord ha soppresso ben 80 treni e il ramo Trenitalia altri 150, si poteva capire che la situazione sarebbe stata difficile per qualche giorno: essere chiari con i passeggeri avrebbe consentito ai pendolari di organizzarsi meglio, magari anticipando i tempi di partenza per recarsi a lavoro o all’università. Il lunedì, infatti, è iniziato con altri 80 treni soppressi sul ramo Nord e 200 su quello di Trenitalia, più svariate ore di ritardo da parte di tutti gli altri treni. E oggi la situazione è ancora drammatica per chi viaggia e non ci saranno miglioramenti per altri due giorni.

Non si può mettere in funzione un sistema operativo che disegna i turni di 2800 ferrovieri testandolo direttamente sulla pelle dei pendolari – dichiara il responsabile Trasporti Legambiente Lombardia Dario Balotta – Quella dei turni è la parte più complessa della intera macchina ferroviaria ed era prevedibile che applicare un nuovo sistema senza prima averlo adeguatamente sperimentato avrebbe portato a questa difficile situazione. Si sarebbe invece dovuto procedere per gradi e per linee, iniziando i test nel periodo festivo natalizio quando il numero dei passeggeri è inferiore. Sicuramente l’idea di far coincidere l’avvio del nuovo sistema computerizzato con l’introduzione dell’orario invernale è stato un ulteriore errore da parte di chi amministra Trenord. Chi ha sbagliato si assuma le proprie responsabilità perchè il sistema pendolari è già in sofferenza e non è pensabile scaricare ulteriori disservizi sulla pelle dei passeggeri”.

Da oggi poi Legambiente lancia “Segnalo il Disagio”, la campagna di segnalazioni dei disservizi sui treni pendolari. Sulla pagina facebook e twitter dell’associazione ambientalista, e sul sito Lombardia 2.0, sarà possibile inviare le segnalazioni di qualsiasi tipo di disagio che ogni giorno i passeggeri del trasporto locale sono costretti a subire. Legambiente invita tutti ad inviare foto e video per documentare l’odissea quotidiana dei pendolari. C’è tempo fino al 18 dicembre quando, in base alle segnalazioni dei cittadini, verrà stilata la classifica delle linee ferroviarie peggiori.

Dario Balotta
responsabile regionale Legambiente

Brutta storia, ma questa volta ci pensa il sindaco

L'ex sindaco di Treviglio Ariella Borghi TREVIGLIO -- Brutta storia quella andata in scena martedì scorso durante la Conferenza dei Capigruppo ...

Sarah Scazzi e il contadino scaltro

Michele Misseri BERGAMO -- Sono d'accordo con quanto scrive Massimo Picozzi riguardo alla figura di Salvatore Misseri, ...