iscrizionenewslettergif
Bassa

Macabro ritrovamento: spunta cadavere dalle acque dell’Adda

Di Alessandra Raimondi10 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sommozzatori all'opera nel fiume Adda

Sommozzatori all’opera nel fiume Adda

FARA GERA D’ADDA — Macabro ritrovamento questo pomeriggio alla diga di Sant’Anna, a Fara Gera d’Adda quasi al confine con Vaprio. Dalle acque è spuntato un cadavere in avanzato stato di decomposizione.

Secondo le prime indagini, il corpo pare sarebbe rimasto in acqua per mesi, tanto da rendere praticamente impossibile il riconoscimento. Serviranno altri esami scientifici per giungere all’identificazione.

Il cadavere è stato avvistato dal custode della diga intorno alle 13,30. L’uomo ha visto qualcosa galleggiare nei pressi della paratoia. Resosi conto che si trattava di un corpo umano,  ha chiamato i soccorsi.

Sul posto, insieme ai Carabinieri di Fara d’Adda e i Vigili del fuoco di Bergamo, Treviglio e Dalmine, sono intervenuti anche i sommozzatori di Treviglio. Per ora non è stata avanzata alcuna supposizione sull’identità e sulle cause della morte.

Pontirolo: 45enne trovato morto in casa

I carabinieri in azione PONTIROLO -- E' mistero sulla morte di un uomo 45 anni trovato senza vita nella ...

Minaccia farmacista col coltello: rapina da 1000 euro a Misano

Rapina in una farmacia di Misano MISANO -- Rapina a mano armata nel tardo pomeriggio di ieri in una farmacia di ...