iscrizionenewslettergif
Bergamo

Bergamo: inflazione in calo, ma aumentano frutta e verdura

Di Alessandra Raimondi1 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Inflazione in lieve calo

Prezzi in lieve calo, ma non per frutta e verdura

BERGAMO — È in lieve calo l’inflazione a Bergamo. Lo rileva l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC). Il tasso tendenziale rispetto all’anno scorso si attesta intorno al +2,5 per cento. Ma rispetto al mese di ottobre, i prezzi sono in calo dello 0,2 per cento.

La maggiore flessione proviene dalla voce “Trasporti”. Secondo i rilievi,  i bergamaschi avrebbero speso meno per benzina, gasolio, riparazione mezzi privati, voli internazionali, trasporto ferroviario e marittimo.

Seguono diminuzioni nel settore “ricreazione, spettacolo e cultura” che vedono prezzi più bassi per il trattamento dell’informazione, macchine fotografiche, videocamere, supporti con registrazioni suoni, immagini e video, giochi e hobby, narrativa, pacchetti vacanze nazionali e internazionali.

Restano invariati i costi di bevande alcoliche e tabacchi; abbigliamento e calzature; istruzione e servizi ricettivi e di ristorazione.

Purtroppo però tra i beni di prima necessità sono pochi gli articoli che subiscono il ribasso. Aumentano frutta, verdura, servizi medici specialistici, acqua, energia elettrica e altri combustibili e diminuiscono pesce fresco e latte.

L’inflazione più marcata si registra invece nella voce “Comunicazioni” per gli apparecchi telefonici fissi e mobili.

Trasloco dal vecchio al nuovo ospedale: ecco come avverrà

Il vecchio ospedale BERGAMO – Seicento pazienti in sei giorni. Questo il piano pensato dai vertici degli Ospedali ...

Via al restauro della fontana di Sant’Agostino

La fontana di Sant'Agostino BERGAMO -- L'obiettivo è ambizioso. Riportare all'antico splendore il complesso monumentale della Fontana di Sant'Agostino, ...