iscrizionenewslettergif
Isola

Capriate, rapina a mano armata in un call center

Di Alessandra Raimondi28 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un posto di blocco

Un posto di blocco

CAPRIATE SAN GERVASIO — È entrato in un call center con una pistola in pugno, ha minacciato il proprietario e si è fatto consegnare l’incasso. Rapina a mano armata a Capriate.

Il malvivente è arrivato con uno scooter davanti al call center e dopo aver arraffato il bottino, circa 1300 euro se n’è andato in sella al suo mezzo, dileguandosi.

Dopo l’allarme dato dal proprietario, un immigrato marocchino, sono stati istituiti diversi posti di blocco. Nella notte i carabinieri hanno effettuato controlli, ma del rapinatore nessuna traccia. Il posto di blocco tuttavia ha sortito un effetto: 4 albanesi sono stati fermati mentre viaggiavano su un’automobile. Uno di loro non era in regola con quanto previsto dalla legge Bossi-Fini.

Troppi problemi finanziari, tenta di darsi fuoco in piazza

ambulanza 118 PONTE SAN PIETRO -- I problemi finanziari sono all'origine del gesto estremo tentato ieri da ...

Yara, nuovi particolari sulla morte. Ma il pm smentisce

Yara Gambirasio BREMBATE SOPRA -- Nuovi dettagli sulla drammatica morte della piccola Yara Gambirasio. Dagli esami autoptici ...