iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Genoa concreto: l’Atalanta perde in casa 0-1

Di Redazione26 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Radovanovic  al suo rientro, allarga le braccia sconsolato

Radovanovic al suo rientro, allarga le braccia sconsolato

BERGAMO — Una brutta battuta d’arresto. L’Atalanta perde in casa contro il Genoa dell’ex allenatore nerazzurro Gigi Del Neri che con la vittoria al comunale di Bergamo riesce a interrompere una striscia di sconfitte consecutive per la squadra ligure.

A decidere la partita, un gol di Bertolacci, schierato a sorpresa dietro l’unica punta Borriello. Ma l’Atalanta recrimina, su un rigore non concesso per fallo di Sampirisi su Jack Bonaventura a pochi passi dal portiere genoano Frey, che scatena le proteste dei nerazzurri.

E così alla fine la squadra di Colantuono deve subire la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di Firenze. Ma se perdere in casa viola può anche starci, molto meno finire battuti dal Genoa.

In avvio è un buon Genoa che nei primi venti minuti sfiora due volte la rete. L’Atalanta appare contratta, non riesce ad imporre il suo ritmo. Solo al 26esimo i nerazzurri vanno in gol con Maxi Moralez, ma l’azione è vanificata dal fuorigioco sbandierato dal guardalinee.

La difesa atalantina però capitola poco dopo. Sampirisi mette in mezzo dalla destra, Manfredini devia in allungo e la palla arriva comoda a Bertolacci che trafigge Consigli.

La reazione dell’Atalanta non è veemente. Solo allo scadere i nerazzurri si fanno pericolosi: Bonavenura sorprende alle spalle Sampririsi e gli passa davanti, il difensore genoano stende Jack: l’arbitro dice no al rigore, e ammonisce Bonaventura per proteste.

Nel secondo tempo, il Genoa di Del Neri si chiude. Abbassa la manovra e chiude e varchi. Per la squadra di Colantuono diventa davvero difficile trovare spunti. Le occasioni per l’Atalanta arrivano solo su due azioni. La prima di Maxi Moralez che, durante un’incursione, tenta di saltare Frey in uscita, senza riuscirci. E la seconda con Raimondi che, solo davanti a Frey, calcia a lato una comoda conclusione al volo.

L’Atalanta ci prova fino alle fine. Ma Frey, con due parate eccezionali, nega il gol prima a Denis poi a Raimondi.

Formula 1, la pioggia non basta: Vettel campione del mondo

Sebastian Vettel vince il titolo mondiale piloti di Formula 1 INTERLAGOS, Brasile -- Per qualche giro è stato virtualmente il campione del mondo. Ma alla ...

Scommesse, torna lo “zingaro”: il calcio trema

Lo zingaro Gegic si è costituito CREMONA -- C'è chi è pronto a giurare che le sue rivelazioni scateneranno un altro ...