iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Bergamo, con l’aeroporto “porta della Lombardia”

Di Alessandra Raimondi20 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'aeroporto di Bergamo e Ryanair

L’aeroporto di Bergamo e Ryanair

ORIO AL SERIO — Sono oltre cinquanta le azioni messe in Campo da Camera di Commercio di Bergamo e Turismo Bergamo nel progetto Promotion Lombardy, con il preciso intento di incentivare i flussi turistici verso Bergamo e la Lombardia, attraverso una forte campagna volta ad esaltare l’attrattiva turistica del nostro territorio.

L’azione rientra tra gli interventi di promozione dell’ente Camerale bergamasco, che affida l’operatività delle iniziative all’agenzia Turismo Bergamo. Il punto di partenza sarà proprio “Bergamo come porta della Lombardia”, grazie alla strategica presenza dell’aeroporto “il Caravaggio”.

Il presidente di Sacbo, Miro Radici, si dice soddisfatto della sinergia creatasi tra lo scalo orobico, Camera di Commercio e Turismo Bergamo. Oggi Orio al Serio è il quarto aeroporto in Italia e svolge un ruolo di soggetto attivo nella storia aeroportuale del paese dimostrando abili capacità di reggere un cliente esigente come Ryanair che conta di arrivare nel medio lungo tempo a 100 milioni di clienti. Secondo Radici “in questo periodo il turismo può essere di importanza vitale per un territorio che soffre la crisi del manifatturiero ed è quindi necessario presentare il nuovo progetto di sinergie migliori al fine di portare sviluppo”.

Molte persone,durante gli anni, hanno potuto conoscere e visitare la città e i prodotti che tutta la provincia ha da offrire e per Emanuele Prati, segretario generale della Camera di Commercio, il turismo è moltiplicatore del sistema economico di Bergamo.
Il progetto Promotion Lombardy, spiega Silvano Ravasio, presidente di Turismo Bergamo, avrà il compito di valorizzare tutta la Lombardia basandosi su un presupposto fondamentale: lo scalo di Orio al Serio. Le tipologie di turisti interessati saranno principalmente due, quelli che scelgono Bergamo come meta principale e quelli che, servendosi dello scalo bergamasco per altri motivi, decidono poi di tornare per visitare la città e i suoi dintorni.

In generale si tratta sempre di un turista che utilizza un sistema low cost, basato sull’esclusiva diffusione del prodotto sul world wide web e su nuove forme di comunicazione. Il progetto quindi si propone di promuovere la destinazione Lombardia attraverso nuovi media che ruotano attorno ai vettori aerei e agli aeroporti collegati. Nel caso specifico di Ryanair le iniziative promozionali sono attivate in co-marketing e vedono impegnati entrambi gli attori con uguale investimento economico.

Un unico obiettivo accomuna le azioni: promuovere le eccellenze bergamasche e lombarde, con il fine di sostenere l’immagine turistica della Regione Lombardia, realizzare contatti con potenziali clienti, consolidare le località già note e rafforzare quelle meno conosciute e lontane dalla città come le zone dei castelli da Malpaga a Urgnano senza dimenticare la “via della fede” che porta al santuario di Caravaggio.

Alessandra Raimondi

Asilo nido di Mozzo: annunciati nuovi tagli

un asilo nido MOZZO -- Si torna a parlare di possibili licenziamenti all’asilo nido Percassi di Mozzo. Lo ...

Aeroporto: nigeriano fermato con 6 etti di cocaina

ovuli di droga ORIO AL SERIO -- Più di mezzo chilo di cocaina sequestrata all'aeroporto bergamasco di Orio ...