iscrizionenewslettergif
Sebino

Rivierasca, situazione a rischio ma mancano i soldi

Di Alessandra Raimondi20 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
lavori di rimozione di una frana

lavori di rimozione di una frana

LOVERE — Sono cominciati oggi i lavori per sgombrare i detriti delle frane sulla Rivierasca, sia a Portirone sia nel tratto degli Orridi.

I geologi hanno presentato alla Provincia le loro relazioni e i dati emersi sono sconfortanti. La situazione della litoranea è molto grave, frane e smottamenti si susseguono sempre più ravvicinati facendo pensare che una soluzione temporanea del problema non sarebbe la più adatta.

I geologi hanno verificato sul posto che la portata dei detriti delle ultime frane era così ingente da sradicare barriere paramassi vecchie ma molto forti. Quindi, secondo gli esperti non servono interventi tampone ma sarebbero preferibili soluzioni definitive.

Grazie a una variazione di bilancio approvata ieri in Giunta sono stati stanziati per la rimozione dei detriti circa 600 mila euro. I sindaci chiedono nuove gallerie nelle zone più a rischio ma le casse di via Tasso piangono.

Il rischio che altri pezzi di parete si stacchino è alto, spiegano gli esperti. Tanto che se le analisi dei geologi verranno confermate, la strada rischia la chiusura definitiva.

Giovedì 22 novembre in Provincia è previsto un nuovo vertice, con la partecipazione del Comune di Tavernola e le aziende di trasporti lacustre per capire chi sarà a pagare il servizio di traghetti che è stato messo a disposizione degli abitanti diretti a Lovere e che garantisce il trasporto dalle 6 del mattino alle 19,40.

Alessandra Raimondi

Frane nel Sebino: Rivierasca chiusa almeno fino a Natale

L'ultima frana sulla Rivierasca PARATICO -- Brutte notizie per gli  automobilisti  e gli abitanti della riva bergamasca del Sebino. ...

Sarnico, sabato shopping: sconti fino al 30 per cento

sconti a Sarnico SARNICO -- Per far fronte alla crisi economica e alle prospettive di un Natale più ...