iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Bassa

Treviglio, striscioni fuori dal Comune per dire “no” alla discarica

Di Alessandra Raimondi19 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
striscione contro la discarica d'amianto

striscione contro la discarica d’amianto

TREVIGLIO — Una maniera per rendere palese a tutti che l’amministrazione comunale di Treviglio è contro la discarica d’amianto nella zona dell’ex cava Vailata. Il Pd di Treviglio ha presentato proposta di delibera, accolta in consiglio comunale, per esporre dal balcone di Palazzo Manara uno striscione con la scritta “No alla discarica di amianto” per tutto il mese di dicembre.

La proposta arriva dopo il successo della manifestazione contro la discarica di amianto del 10 novembre scorso. La fiaccolata ha visto una forte adesione dei trevigliesi, segno che molti cittadini sono contro la discarica e hanno voluto dire la loro partecipando alla raccolta delle firme per il “no”.

Da parte sua il sindaco Giuseppe Pezzoni aveva, anche in quell’occasione, ribadito che il Comune si batterà con le unghie e con i denti per promuovere la realizzazione di un parco aperto a tutti anziché della discarica.

Proprio per questo il gruppo consiliare dell’ex sindaco Ariella borghi sostiene che “l’azione non si può esaurire con la mobilitazione effettuata, ma si devono mettere in cantiere altre forme di sensibilizzazione, di intervento e di proposta per la soluzione del problema amianto”.

L’Amministrazione comunale organizzerà un Consiglio aperto alla partecipazione dei cittadini per dare informazioni esaurienti sul tema e sul ricorso al Tar contro il parere di compatibilità ambientale espresso da Regione Lombardia sul progetto di discarica di cemento-amianto presentato da Team (ricorso depositato il 13 novembre 2012). L’amministrazione spiega che continuerà le azioni già intraprese, compresa la trattativa col socio privato.

Il Comitato contro la discarica d’amianto, ha detto che non farà mancare la sua presenza in città sull’argomento poiché “è necessario che l’informazione diventi capillare e che l’attenzione dei cittadini sia tenuta il più alta possibile perché si tratta di difendere il diritto alla salute di tutti i trevigliesi”.

E così il consiglio Comunale ha deliberato che venga esposto per 30 giorni al balcone del municipio lo striscione. Il panno sarà quello che il sindaco ha postato su Facebook per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione e della fiaccolata del 10 novembre scorso.

Merisi: da dove viene l’acqua che beviamo a Treviglio?

Treviglio TREVIGLIO -- Constatato che non è stata l'acqua bevuta la causa dei malori nei ragazzi ...

Muore travolto da un treno, il cane veglia il corpo

un treno TREVIGLIO -- Incidente con dinamiche ancora tutte da chiarire sulla linea ferroviaria Treviglio -Cremona. Questa ...