iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Ponteranica, famiglia intossicata dal monossido di carbonio

Di Alessandra Raimondi19 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
ambulanza 118

ambulanza 118

PONTERANICA — Tragedia sfiorata per un pelo in una casa di Ponteranica. Una famiglia di origini marocchine, composta da madre padre e figlio 14enne, è rimasta intossicata del monossido di carbonio di un braciere.

L’episodio è accaduto domenica sera in via Ponte Secco. La famiglia aveva accesso un braciere per riscaldarsi durante la notte. Il monossido di carbonio è particolarmente insidioso in quanto inodore, incolore e insapore. L’intossicazione può portare ad uno stato di incoscienza e quindi alla morte per asfissia.

Con il passare delle ore, il gas ha riempito le stanze. Fortunatamente il padre è riuscito a dare l’allarme prima che la situazione degenerasse. Sul posto sono giunte le ambulanze del 118 che hanno portato gli intossicati in ospedale. Madre e figlio sono poi stati trasferiti all’Habilita di Zingonia per la cura in camera iperbarica.

Alessandra Raimondi

Si stacca cestello della gru: operai cadono da 4 metri

Si stacca cestello della gru: operai cadono da 4 metri AZZANO SAN PAOLO -- Grave incidente sul lavoro questo pomeriggio in una ditta di trasporti ...

Asilo nido di Mozzo: annunciati nuovi tagli

un asilo nido MOZZO -- Si torna a parlare di possibili licenziamenti all’asilo nido Percassi di Mozzo. Lo ...