iscrizionenewslettergif
Salute

Contro il diabete, via libera al té nero

Di Redazione14 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tè nero

Il tè nero

Nei paesi dove si consuma abitualmente té nero vi è una minore incidenza di diabete di tipo 2. Lo rivela uno studio condotto presso il Data Mining International di Ginevra e pubblicato sulla rivista “BMJ Open”.

Gli autori dello studio hanno utilizzato un modello matematico per correlare la quantità di té nero bevuto in 50 diversi paesi del mondo e i livelli di diabete di tipo 2 nella popolazione.

I paesi dove si consuma più té nero sono Irlanda, Inghilterra e Turchia mentre i paesi dove se ne consuma meno sono Corea del Sud, Brasile e Cina: proporzionalmente i casi di diabete di tipo 2 sono meno frequenti nel primo gruppo di paesi, mentre sono più frequenti nel secondo gruppo.

Il té nero si ottiene con un processo di fermentazione più incisivo durante il quale le catechine subiscono un processo di trasformazione che le porta a diventare prodotti complessi che forse potrebbero agire positivamente sull’utilizzo del glucosio.

Cinquemila passi al giorno per una salute di ferro

Cinquemila passi al giorno per una salute di ferro Cinquemila passi al giorno e la vostra salute migliorerà nettamente. E' stata stabilita infatti la ...

Benessere invernale: un aiuto dalla tavola

Benessere a tavola (Photocourtesy by L.Trevisan) Per il benessere invernale basta seguire una formula: salsa di pomodoro (licopene) + pesce (zinco) ...