iscrizionenewslettergif
Bergamo

Pensionati: non serve il conto corrente per la tredicesima

Di Redazione13 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Occhio a non farvi fregare: non serve il conto corrente per la tredicesima

Occhio a non farvi fregare: non serve il conto corrente per la tredicesima

BERGAMO — “Le pensioni al di sotto dei mille euro e la tredicesima possono essere ritirate anche senza dover fare per forza un conto corrente”. Lo precisa la Fnp Cisl che segnala pressioni da parte di banche e uffici postali per fare aprire inutili conti correnti ai pensionati.

Si avvicina il tempo delle tredicesime, e per i pensionati sembra pronta a partire un’altra “via crucis”, anche se non in linea con il calendario. “Nonostante le ripetute circolari e prese di posizione di governo e Inps, banche e uffici postali sembrano intenzionati ad approfittare pur di accaparrarsi un conto corrente in più” spiegano dal sindacato.

“Da numerose segnalazioni che ci sono giunte – precisa la Fnp Cisl – risulta infatti che non sono pochi i pensionati con un assegno ben al di sotto dei canonici 1000 euro che si sono visti rivolgere un “caloroso” invito ad aprire un conto corrente per non mettere a rischio il pagamento della tredicesima, con la quale il tetto viene sforato”.

“Si tratta di un comportamento non in linea con le normative – spiega il sindacato – che crea solo inutili allarmismi e problemi a persone che vivono spesso con patologie e disagi economici gravi. Come è noto il decreto Salva Italia ha previsto l’utilizzo di strumenti di pagamento, messi a disposizione da banche e uffici postali (comprese le carte prepagate), per pagare pensioni e compensi comunque dovuti in via continuativa di importo superiore ai 1.000 euro. Ma nella somma limite – avvisano i rappresentanti dei pensionati-, non devono essere presi in considerazione gli importi corrisposti a titolo di tredicesima mensilità”.

Continueranno, pertanto, ad essere pagate in contante le pensioni di importo inferiore a 1000 euro, anche quando il predetto importo viene superato per effetto di erogazioni riferite ad arretrati pensionistici, conguagli fiscali, tredicesima, nonché alla quattordicesima mensilità.

“Siamo pronti a segnalare eventuali comportamenti anomali all’Ente Pensionistico per i necessari interventi di chiarimento – conclude la nota -. Non è giusto che istituti di credito si approfittino della debolezza o della scarsa conoscenza di norme da parte di anziani e persone comunque in stato di soggezione di fronte a quella che ritengono un’istituzione”.

Morì dopo intervento: due medici dei Riuniti indagati

Un'operazione chirurgica (immagine di repertorio) BERGAMO -- Due medici degli Ospedali Riuniti sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla ...

Yara, Fikri racconta la sua verità: percosso in caserma

Mohamed Fikri BERGAMO --  Accuse pesanti nei confronti delle forze dell'Ordine: sono quelle lanciate dal marocchino Mohamed ...