iscrizionenewslettergif
Politica

Pdl, nascono i “Giovani orobici per Alfano”: raccolte 200 firme

Di Redazione13 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le bandiere del Pdl

Le bandiere del Pdl

BERGAMO — E’ nato da pochissimo e sta già riscuotendo successo il comitato “Giovani orobici per Alfano”. Sono oltre 200 le firme raccolte in poche ore dal gruppo bergamasco che ha la caratteristica di essere rigorosamente under 35.

Ne fanno già parte consiglieri provinciali e comunali, amministratori, dirigenti e militanti del Popolo della Libertà di Bergamo che stanno contribuendo alla raccolta firme per sostenere la candidatura di Angelino Alfano alle primarie 2012.

“L’impegno profuso in questi anni da molti giovani è la speranza di come la politica possa tornare ad essere vincente nonostante il difficile momento di delusione e di disaffezione che colpisce numerose persone” spiega il coordinatore provinciale della Giovane Italia Stefano Benigni.

“Solo attraverso un’assunzione di responsabilità, anche critica, si può invertire quel trend negativo che per protesta ha portato la gente a non votare o preferire movimenti fondati sulla contestazione strumentale”.

“La fase socio-economica che stiamo attraversando e che ancora per lungo tempo saremo costretti a vivere ci impone una seria riflessione. Deve essere presentato un progetto politico serio, capace di raccogliere ed interpretare al meglio l’esigenza e le istanze di quanti si riconoscono nei valori del centrodestra italiano. E’ importante dunque coinvolgere tutte le parti sociali, dagli imprenditori al mondo delle associazioni e del volontariato, per compiere quelle riforme strutturali necessarie al nostro paese”.

“Proprio per questo occorre una figura capace di essere leader, capace di trascinare con se quel consenso che permetterà di lavorare con serenità e coraggio nell’affrontare passaggi difficili ma indispensabili che porteranno l’Italia fuori dalla crisi. Siamo convinti dunque che Angelino Alfano rappresenti al meglio quel modo di fare politica in cui ci riconosciamo basato sull’onestà, sull’etica e sul merito. Proprio dall’onestà e dal merito deve partire un’azione di rinnovamento nel partito per ridare slancio all’azione politica, per dare nuove motivazioni ed entusiasmo a quanti si riconoscono nei principi e nei valori che hanno contraddistinto in questi anni il Popolo della Libertà”, conclude Benigni.

Berlusconi e Briatore di nuovo insieme a Malindi

Silvio Berlusconi MALINDI, Kenya -- Stanco e stressato per le vicende del Pdl, Silvio Berlusconi è tornato ...

Lombardia, ufficiale la data delle elezioni: 10 febbraio

Formigoni all'ultima seduta del consiglio regionale della Lombardia MILANO -- E' stata ufficializzata nella tarda serata di ieri la data delle elezioni regionali ...