iscrizionenewslettergif
Economia

Aumentano le entrate fiscali ma scende il lavoro

Di Redazione6 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

BERGAMO — Aumentano le entrate fiscali per lo Stato. Nel periodo che va da gennaio a settembre 2012 i tributi erariali si sono attestati a 292.526 milioni di euro.

La crescita è stata del 3,8 per cento (+10.627 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo ha comunicato il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia.

Nel frattempo continua la contrazione dei consumi. La spesa privata per consumi registrerebbe nell’anno in corso registra una discesa del 3,2 per cento. Nel 2013, la spesa dei consumatori risulterebbe ancora in calo (-0,7 per cento), “a seguito delle persistenti difficoltà sul mercato del lavoro e della debolezza dei redditi nominali”, segnala l’Istat.

La debolezza dell’economia fa sentire i suoi effetti sul mercato del lavoro. “La crescita delle persone in cerca di lavoro iniziata alla fine del 2011, è alla base del rilevante incremento del tasso di disoccupazione previsto per quest’anno (10,6 per cento). Per il 2013, il tasso di disoccupazione continuerebbe ad aumentare (11,4) sia a causa del contrarsi dell’occupazione, sia per l’aumento dell’incidenza della isoccupazione di lunga durata. Le retribuzioni per dipendente mostrerebbero una dinamica moderata (0,9 nel 2012 e 1 nel 2013). La produttività del lavoro diminuirebbe nel 2012 per poi stabilizzarsi nel 2013. Il costo del lavoro per unità di prodotto tenderebbe a crescere in entrambi gli anni”.

Carlo Scotti-Foglieni

Doccia fredda dalla Merkel: la crisi durerà altri 5 anni

Angela Merkel BERLINO, Germania -- Un'autentica doccia fredda. Chi sperava che la recessione economica che da 4 ...

Spread in calo questa mattina a Piazza Affari

Spread in calo questa mattina MILANO -- Il differenziale tra il Btp e il Bund apre in calo a 341 ...