iscrizionenewslettergif
Bergamo

Jannone: per coerenza Massiah si dimetta da Ubi

Di Redazione5 novembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente dell'Associazione Azionisti Ubi Giorgio Jannone

Il presidente dell’Associazione Azionisti Ubi Giorgio Jannone

BERGAMO — Si alza il tono dello scontro fra gli attuali vertici del gruppo Ubi Banca e l’associazione Azionisti Ubi presieduta da Giorgio Jannone. Dopo le aspre critiche che il parlamentare del Pdl ha rivolto al management dell’istituto bancario, nei giorni scorsi il consigliere delegato di Ubi Victor Massiah ha risposto per le rime tacciando Jannone di “indebita ingerenza” nella gestione del gruppo.

Jannone, come commenta le recenti dichiarazioni di Massiah?
Secondo me non c’è niente di più serio della trasparenza dei conti di una banca. Massiah sa bene, siccome ne abbiamo parlato personalmente in più occasioni, che riguardo a certe operazioni è mancata proprio questa trasparenza.

Massiah ha parlato anche di “ingerenze pericolose e inaccettabili”…
Non sono ingerenze, perchè mi sembra che siano proprio i soci i proprietari della banca. E quindi come proprietari hanno diritto di controllare come vengono gestiti i loro soldi e denunciare, quando è il caso, se ci sono operazioni poco chiare.

Lei imputa al management di Ubi scelte strategiche sbagliate…
Per quanto riguarda i vertici apicali si poteva fare di più e di meglio. Mi piacerebbe porre una domanda a Massiah: è vero o non è vero che quando gli ho parlato di un’operazione compiuta anche dall’amministratore della banca lui mi ha personalmente dichiarato che si sarebbe dimesso se quell’operazione fosse stata vera. E adesso che sa e ne ha la prova che i fatti si sono realmente compiuti, rispetta la sua parola di dimettersi?

È vero che abbassando i compensi ai manager si abbassa anche il livello qualitativo della banca?
No, assolutamente. La Banca d’Italia, non io, dice che vanno ridotto i compensi degli amministratori e il numero degli stessi cercando invece di aumentare i dividendi dati ai soci. E la Banca D’Italia ha detto oggi esattamente quello che ho detto io nei giorni scorsi.

Perché invece i sindacati si sarebbero smarcati dall’associazione azionisti Ubi?
Nessun sindacato si è smarcato. Io ho rapporti costanti con i sindacati. È chiaro che una parte dei sindacati è preoccupati del fatto che i dipendenti, qualora arrivassero accordi al ribasso sui licenziamenti, si chiedano se i loro diritti non li garantisca meglio Jannone invece che il sindacato.

Quindi nessun disaccordo con i sindacati?
Alcuni sindacati hanno visto nella mia presa di posizione una presa molto dura, e questo ha fatto arrabbiare alcuni di loro. Ma io ci parlo quotidianamente.

Alessandra Raimondi

Invece di lavorare va al tennis: denunciato medico dei Riuniti

Gli Ospedali Riuniti di Bergamo BERGAMO -- Doveva essere agli Ospedali Riunti a lavorare, come peraltro indicava il cartellino. In ...

Tamponamento fra due camion: 20 km di coda in autostrada

Caos questa mattina in autostrada BERGAMO -- Comincia decisamente male la settimana per gli automobilisti che devono viaggiare sull'autostrada A4. ...