iscrizionenewslettergif
Poesie

“D’oro crespi capelli” di Boccaccio

Di Redazione26 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

D’oro crescpi capelli e annodati
da sé e da verde frondi e bianchi fiori,
un angelico viso e due splendori
simili a stelle, e atti non usati
veder fra noi, vezzosi e riposati,
e un cantar di più gioiosi amori
soave e lieto ben tra mille fiori
del primo tempo, insieme radunati
in un giardino nato ad un bel fonte,
pos’Amore in amare alla mia mente
libera ancora, semplice e leggera.
Né pria, dal canto desto, alza’ la fronte,
che tutte l’accerchiar subitamente
e presa a lui la dier, che vicin era.

“Agonia” di Cesare Pavese

Pavese Girerò per le strade finché non sarò stanca morta saprò vivere sola e fissare negli occhi ogni ...

“Il vostro cuore” di Oscar Wilde

Che il vostro cuore sia sempre colmo d’amore. Una vita senza amore è come un giardino senza ...