iscrizionenewslettergif
Isola

Il pugile Luca Messi sfrattato, perde la palestra

Di Redazione25 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il pugile Luca Messi

Il pugile Luca Messi

PONTE SAN PIETRO — Si é sfiorata la rissa ieri mattina a Ponte San Pietro. È arrivato lo sfratto per Luca Messi. Il pugile, titolare della celebre  palestra “Victoria”, riconosciuta dal Coni regionale, ha dovuto riconsegnare le chiavi dell’impianto al proprietario a causa di problemi nel pagamento dell’affitto.

L’edificio, situato in via San Clemente, a Ponte San Pietro, dal 2006 era diventato un punto di riferimento per molti bergamaschi (erano oltre mille gli iscritti) ma anche per molti atleti professionisti. Qui si allenavano la Foppapredretti, gli atalantini Denis, Manfredini e Parrae e la squadra ciclistica di Ivan Gotti, tanto per far qualche nome. La struttura dava lavoro a 31 famiglie.

I guai cominciano nel 2008. La società di gestione della palestra, la Element srl di cui sono soci Luca Messi e il presidente della federazione pugilistica  regionale Omar Gentile, lamenta disfunzioni all’immobile di proprietà dalla Riro Srl. In particolare, malfunzionamenti agli impianti di areazione, riscaldamento e condizionamento. Per questo la Element si rifiuta di pagare il canone d’affitto.

Ne nasce un contenzioso legale fra le parti. Contenzioso che prende dopo qualche anno una brutta china per l’atleta. Nel 2011 gli vengono pignorate le attrezzature della palestra con l’obbligo di lasciare l’immobile entro tre mesi. Messi avvia allora una trattativa con la proprietà per acquisire l’edificio. Ma secondo i proprietari le delibere ottenute dalle banche non erano sufficienti a coprire il prezzo dello stabile, né erano state rispettate le scadenze per il recupero dei 200 mila euro di debito che si erano creati negli anni.

Alla fine, ieri è arrivato l’ufficiale giudiziario che ha dato lo sfratto per morosità a Messi. Fra urla, grida e pianti, palestra chiusa e immobile che torna nelle mani dei proprietari. I clienti di Messi sono stati dirottati dal pugile su altre palestre della zona. Il “Seven Club” di Almè, Mozzo e Pontida e “Il Club” di Azzano San Paolo.

Duecento metri in discesa senza guidatore: auto uccide 82enne

L'ambulanza VILLA D'ADDA -- Incredibile vicenda a Villa d'Adda. Una Bmw 320 station wagon, priva del ...

Altro motociclista morto sulle strade: ha fatto tutto da solo

La corsa dell'ambulanza CAPRIATE – Ancora un motociclista morto sulla strada. È successo ieri sera intorno alle 22 ...