iscrizionenewslettergif
Economia

Segnali di ripresa, ma le famiglie sono stremate

Di Redazione23 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Primi timidi segnali di ripresa dalla crisi economica

Primi timidi segnali di ripresa dalla crisi economica

ROMA — “Nelle ultime settimane sono emersi ulteriori segnali incoraggianti” per la ripresa del Paese ma sui dati serve comunque cautela”. Lo sostiene il presidente dell’Istat Enrico Giovannini in un’audizione alla Camera sul ddl stabilità.

L’Istituto ha anche rilevato che il risparmio delle famiglie è ai minimi storici e la contrazione della spesa potrebbe portare ulteriori effetti recessivi. Per l’Istat, però, nei prossimi mesi è possibile che si verifichi un calo dei prezzi.

“Nel secondo trimestre il potere d’acquisto delle famiglie (cioè il reddito disponibile delle famiglie consumatrici al netto dell’inflazione) si è ridotto dell’1,6 per cento rispetto al trimestre precedente e del 4,1 rispetto al secondo trimestre del 2011, portando al 3,5 per cento la perdita di potere d’acquisto rispetto ai primi sei mesi del 2011” spiega Giovannini.

“Nel secondo trimestre di quest’anno la propensione al risparmio delle famiglie è stata pari all’8,1 per cento, un valore che rappresenta il minimo storico assoluto, con una diminuzione di 0,6 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,5 punti rispetto al corrispondente trimestre del 2011”, ha concluso.

Monti: non servono supercommissari europei

La Merkel con Mario Monti BRUXELLES -- L'idea tedesca di nominare un "supercommissario" europeo che controlli i bilanci degli Stati ...

Troppi impegni, Montezemolo lascia i treni Ntv

Luca Cordero di Montezemolo MILANO -- Il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo ha lasciato la presidenza della società ...