iscrizionenewslettergif
Italia

Ipad e viaggi in cambio di favori sui farmaci: 67 medici nei guai

Di Redazione19 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Brutta vicenda di corruzione nel settore medico

Brutta vicenda di corruzione nel settore medico

TRENTO — Fornivano farmaci contenenti ormone della crescita alle famiglie con bambini, e in cambio ricevevano regali. Sono 67 i medici accusati di corruzione, comparaggio e falso, per aver ricevuto regalie da parte di informatori scientifici.

Oltre al denaro contante, fra i regali c’erano anche viaggi e iPad, con cui gli “informatori scientifici” convincevano numerosi professionisti ad incrementare la vendita di specifici farmaci. L’indagine, condotta dai carabinieri del Nas di Bologna, ha interessato numerose regioni italiane.

Secondo le indagini, i medici gonfiavano le dosi dei medicinali, anche prescritti ai bambini, per incrementare le vendite di alcuni farmaci e ricevere premi in cambio. Attraverso una specie di “tariffario” i medici venivano così ricompensati per i pazienti che mettevano sotto terapia di Omnitrope, un ormone della crescita biosimilare.

Nel corso dell’indagine è emerso che ad alcuni piccoli pazienti venivano prescritti dosaggi al di sopra delle indicazioni terapeutiche per rispettare gli accordi presi con l’azienda farmaceutica coinvolta. Nei guai sono finiti sono 12 dirigenti della Sandoz già licenziati. I regali diffusi assommerebbe a circa 500 mila euro.

Quarantenne muore mentre porta i figli a scuola

L'ambulanza GENOVA -- E' morta mentre in auto accompagnava i suoi figli a scuola. E' accaduto ...

Melania: la procura chiede l’ergastolo per Parolisi

Salvatore Parolisi al monento del suo arresto TERAMO -- Ergastolo per Salvatore Parolisi. E' quanto i pubblici ministeri di Teramo Davide Rosati ...