iscrizionenewslettergif
Readers

Staminali nuova frontiera per le ulcere venose

Di Redazione16 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nuove cure per le ulcere venose

Nuove cure per le ulcere venose

Le cellule staminali per curare le ulcere venose? E’ una delle frontiere della ricerca scientifica che intanto ha compiuto significativi passi in avanti in altre direzioni, come l’individuazione di sostanze che riducono l’infiammazione senza ledere il tessuto o la preparazione di soluzioni antinfettive a base di ozono. Notizie positive per le tante persone colpite da questa patologia: circa l’1 per cento nell’età adulta, con punte del 2-3 per cento in età più avanzata.

Le ulcere cutanee di natura vascolare rappresentano una malattia cronica e recidivante che può gravemente compromettere la qualità di vita di una persona a causa di lesioni aperte e dolorose che gonfiano le gambe e rendono problematico il cammino, e quindi svolgere le attività quotidiane, lavorare e via dicendo.

Si tratta di una patologia molto dolorosa, invalidante e con un decorso prolungato a causa della difficile tendenza a guarire e di frequenti recidive. La causa delle ulcere venose è l’insufficienza venosa cronica che si sviluppa in soggetti  con varici molto estese, oppure che hanno avuto trombosi delle vene profonde delle gambe. Ciò si verifica nel 70 per cento dei casi, mentre nel rimanente 30 le cause sono rappresentate dalle arteriopatie e dal diabete trascurato.

Le nuove tendenze della medicina in questo campo verranno presentate nel convegno “Ulcere cutanee di origine vascolare – Aspetti scientifici, sanitari e socio-economici” che si terrà sabato 27 ottobre a Porretta Terme, Bologna.

Marco Fanini

Semafori, servono segnalazioni acustiche per i ciechi

Federico Villa Come può una città guardare al futuro se non garantisce uguali servizi a tutti i ...

Treviglio: la soluzione alla discarica c’è, basta volere

La zona in cui dovrebbe essere costruita la discarica TREVIGLIO -- La discarica di amianto a Treviglio non s'ha da fare. E' quanto pensano ...