iscrizionenewslettergif
Esteri

Elezioni Usa: le banche d’affari scelgono Romney

Di Redazione11 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mitt Romney, candidato repubblicano alla Casa Bianca

Mitt Romney, candidato repubblicano alla Casa Bianca

WASHINGTON, Usa — Dopo aver finanziato la campagna elettorale nel 2008, le principali banche d’affari americane hanno voltato le spalle a Barack Obama e sono salite sul carro del candidato repubblicano Mitt Romney. Lo sostiene il Wall Street Journal.

La notizia potrebbe incidere pesantemente sulla corsa alla Casa Bianca, entrata nel rush finale. Secondo quanto riporta l’autorevole quotidiano, Goldman Sachs, JpMorgan, Citigroup, Bank of America, Morgan Stanley hanno donato 5 milioni di dollari a Romney diventandone i primi finanziatori.

Da quarant’anni, cioé da quando il congresso ha creato questo sistema di finanziamento delle campagne elettorali, non c’era mai stato un voltafaccia così netto, sostiene il giornale.

Nel 2008 Goldman Sachs aveva finanziato Obama con oltre 1 milione di dollari. Quest’anno gliene ha concessi soltanto 136mila contro gli 1,8 milioni a Romney. JpMorgan, Citigroup, Bank of America, Morgan Stanley hanno donato al candidato repubblicano un totale di 3,3 milioni di dollari, contro i 650mila dollari versati ad Obama. Nel 2008 avevano donato al candidato democratico 3,5 milioni di dollari.

All’origine del malcontento delle banche d’affari Usa ci sarebbe la riforma dei mercati varata da Obama, varata senza consultare i vertici degli istituti di credito. In particolare, le banche non avrebbero gradito la “Volcker Rule”, una misura che pone limiti all’attività speculative, una delle attività più redditizie per Goldman Sachs.

Jet turchi costringono aereo di linea siriano all’atterraggio

L'aereo siriano: si sospettano missili a bordo ANKARA, Turchia -- Sale la tensione in Medioriente fra la Turchia (che fa parte della ...

Voci sulla rete: Fidel Castro è morto?

Fidel Castro L'AVANA, Cuba -- Per ora non c'è alcuna conferma, ma su social network e blog ...