iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Bergamo

Mercadante intercettato: furioso con la Moioli

Di Redazione10 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mercadante intercettato: furioso con la Moioli
L'ex assessore Mariolina Moioli
L'ex assessore Mariolina Moioli

L’ex assessore Mariolina Moioli

BERGAMO — “Io tutti i progetti che li ho fatti sono tutti a persone sue. Lei secondo me sbaglia quando dice ‘non ne so niente! Come non ne sai niente!?”. Sono le frasi di Patrizio Mercadante, direttore del settore Minori del Comune di Milano, intercettate dalla procura che indaga sul giro di tangenti e corruzione che finora ha portato in carcere quattro persone per la nota vicenda delle case vacanza.

Durante l’intercettazione telefonica Mercadante, con “rabbia e amarezza” annotano i pm Grazia Pradella e Tiziana Siciliano nella richiesta di arresto, si mostra furioso con chi dirigeva l’assessorato, la bergamasca Mariolina Moioli che davanti alle prime indiscrezioni sulla vicenda aveva reagito con un “Non ne so niente”.

“La cosa che ha fatto arrabbiare tutti è stato l’atteggiamento della Mariolina – si legge nell’intercettazione della Procura – perché lei non può dire così, lei non capisce che ci sono 10-15 persone, che abbiamo lavorato e che abbiamo fatto un percorso, sia pure nella carità, finalizzato a un… Ah non ne so niente! Hanno fatto tutto loro, c’era un direttore”, dice Mercadante alla coindagata Giulia Pezzoli.

Mentre ad Antonio Lupacchino che gli chiede: “La Mariolina che dice?”, Mercadante risponde: “Ma… lei non sa niente non sa… ma no, sta incazzata perchè il problema è suo, oltre che mio, perchè… quello che ho fatto… io tutti i progetti che li ho fatti sono tutti a persone sue… però li abbiamo fatti bene, come posso dire… abbiamo fatto progetti in cui abbiamo rivalutato il patrimonio del Comune. Lei secondo me sbaglia quando dice… ‘Non ne so niente!’… cazzo, come non ne sai niente!?”.

Poi, più avanti nel corso della conversazione, Mercadante racconta ancora: “Dico alla Mariolina… ‘Mariolina, le cose stanno in questa maniera!… Attenta che… cioè… io ho fatto le cose per bene! C’è da ucciderti!… io mi sono incazzato”.  “Se dovesse veramente succedere qualcosa io dico tutte le persone… con cui ho fatto le cose… E so tutte sue amiche… presentate da lei! Le cose però le ho fatte bene, secondo le norme, secondo la legge! … Invece di dire: ‘Per quanto ne sappia io le cose sono state fatte perfettamente! che la magistratura indaghi’… o no!?… Io avrei detto così!”.

La magistratura ha nel mirino gli stanziamenti concessi tra il 2010 e il 2011 dall’assessorato, che ammontano ad oltre 3 milioni di euro.

Mariolina Moioli, nel frattempo, si è dichiarata estranea ai fatti contestati a Mercadante e non risulta indagata.

Quotidiani online: tutte le novità del nuovo Bergamosera

Il nuovo Bergamosera BERGAMO -- Dopo l'attesa, è tempo di soddisfare la curiosità. Ecco tutte le novità contenute ...

Atb: modifiche alle linee 1-8-10 nei prossimi giorni

Modifiche alle linee Atb nei prossimi giorni BERGAMO -- L'azienda municipalizzata dei trasporti Atb rende noto che domenica 14 ottobre 2012, dalle ...