iscrizionenewslettergif
Poesie

“Ad Annie” di Giosué Carducci

Di Redazione9 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Batto a la chiusa imposta con un ramicello di fiori
glauchi ed azzurri, come i tuoi occhi, o Annie
Vedi: il sole co ‘I riso d’un tremulo raggio ha baciato
la nube, e ha detto—Nuvola bianca, t’apri. —
Senti: il vento de l’alpe con fresco susurro saluta
la vela, e dice—Candida vela, vai. —
Mira: I’augel discende da l’umido cielo su ‘l pèsco
in fiore, e trilla — Vermiglia pianta, odora. —
Scende da’ miei pensieri l’eterna dea poesia
su ‘I cuore, e grida — O vecchio cuore, batti. —
E docile il cuore ne’ tuoi grandi occhi di fata
s’affisa, e chiama—Dolce fanciulla, canta.

“Caffè a Rapallo” di Eugenio Montale

rapallo Natale nel tepidario lustrante, truccato dai fumi che svolgono tazze, velato tremore di lumi oltre ...

“La madre” di Ada Negri

Ada Negri Vedova, lavorò senza riposo per la bambina sua, per quel suo bene unico, da lo sguardo luminoso; per ...