iscrizionenewslettergif
Politica

Gli scandali affondano il Pdl. Fiducia a Monti al 50 per cento

Di Redazione5 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

ROMA — Cresce la fiducia degli italiani in Mario Monti dopo i previsti tagli ai costi della politica chiesti dal premier. Pare che gli italiani attribuiscano all’incapacità cronica dei politici di professione e ai loro comportamenti indegni e scandalosi, soprattutto in una fase di recessione economica, gran parte dei loro guai. E così puntano su un “tecnico”.

Secondo l’ultimo sondaggio effettuato da Datamonitor, durante l’estate la fiducia degli italiani nel presidente del consiglio è passata dal 40 per cento di luglio all’attuale 46. Sale del 3 per cento anche la fiducia nel governo.

Anna Maria Cancellieri è ancora il ministro con le maggiori preferenze, stabile al 49 per cento. Seguono Paola Severino, ministro della Giustizia, con il 44 e Andrea Riccardi, ministro della Cooperazione Internazionale, con il 41. Balzo in avanti per Francesco Profumo, ministro dell’istruzione che guadagna il 4 per cento, attestandosi al 38. Crolla del 5 per cento il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, al 38.

Tra i leader politici il primo in Italia è sempre Pier Luigi Bersani, del Pdl con il 38 per cento. Beppe Grillo è al 35 e Pierferdinando Casini al 34. Per quel che riguarda i partiti, al primo posto il Pd al 25,5 per cento. Mentre gli scandali hanno fatto perdere due punti al Popolo della Libertà che si attesta al 18 per cento. Terzo partito nazionale il Movimento 5 Stelle al 15,6. Ancora molto folta la schiera degli indecisi, al 20,4 per cento.

Berlusconi archivia il Pdl: serve nuovo progetto

Silvio Berlusconi ROMA -- Vertice fiume nella notte a Palazzo Grazioli per cercare di trovare una soluzione ...

Monti: giro di vite ai costi della politica. Ecco come

Mario Monti ROMA -- Un giro di vite mai visto negli ultimi anni. Il consiglio dei ministri ...