iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Marchionne: se avessi investito in Italia Fiat sarei fallito

Di Redazione4 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sergio Marchionne

Sergio Marchionne

BERLINO, Germania — Non fanno un granché bene al nostro paese le ultime dichiarazioni, peraltro realistiche, dell’amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne. Il numero uno del Lingotto, proprietà permettendo, ha detto che “se avessi investito in Italia a quest’ora saremmo falliti”.

Qualcuno ha fatto notare che senza aiuti dallo Stato italiano probabilmente la Fiat sarebbe fallita qualche anno prima. Ma tant’è, Marchionne prosegue sulla sua strada e spiega che provvidenziali sono stati gli investimenti nei Paesi emergenti come il Brasile dove il mercato dell’auto sta facendo registrare un enorme incremento e gli utili della Fiat volano.

Sulla questione degli investimenti in Italia Marchionne ha voluto essere più preciso e ha portato l’esempio della nuova Panda: “Fiat ha investito 800 milioni di euro e ora la Panda non ha acquirenti. Se avessi pensato in grande, quadruplicando gli investimenti, ora Fiat sarebbe fallita”, ha detto l’amministratore delegato del Lingotto in un’intervista al periodico tedesco Auto, Motor und Sport.

Lavoro: un giovane su tre è disoccupato

Disoccupato un giovane su tre ROMA -- E' stabile la disoccupazione nel nostro paese. Lo dicono i dati diffusi dall'Istat, ...

Decreto sviluppo: il governo punta sulla tecnologia

Corrado Passera e Mario Monti ROMA -- Il consiglio dei ministri ha dato il via libera al cosiddetto decreto Sviluppo ...