iscrizionenewslettergif
Politica

Stucchi: l’analisi del governo ha dell’incredibile

Di Redazione3 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giacomo Stucchi

Giacomo Stucchi

BERGAMO — “La nota di Palazzo Chigi, con la quale si riferisce sullo stato di attuazione delle principali riforme varate dal governo, divise in sette capitoli (Salva Italia, Cresci Italia, Semplificazione, Semplificazione fiscale, Lavoro, Spending review e Sviluppo), ha davvero dell’incredibile”. Lo sostiene il vicesegretario federale della Lega Nord Giacomo Stucchi.

“Già la definizioni appaiono improprie, dal momento che più che ‘Salva o Cresci Italia’ si dovrebbe parlare di ‘Affonda Italia’. A dirlo non è la Lega Nord ma tutti i dati economici che registrano una disoccupazione da record, un tasso di chiusura delle aziende senza precedenti e una difficoltà di accesso al credito, da parte di quelle che sono ancora a galla, che non eguali nella storia recente. Ma c’è di più e riguarda il giudizio della Corte dei Conti che proprio oggi ha sentenziato che ‘austerità e aumento delle tasse sono una cura costosa e inefficace’. Il presidente Giampaolino, intervenendo nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato sulla nota di aggiornamento del Def, non ha usato mezzi termini e ha denunciato gli ‘effetti perversi dal corto circuito tra crescita e tasse’ aggiungendo poi che è ‘difficile sostenere una nuova manovra’. Così mentre Palazzo Chigi – conclude Stucchi – vanta fantasmagorici risultati sul piano della crescita, i dati reali dicono che è incorso la massima recessione per i consumi delle famiglie e che una famiglia su tre ‘taglia’ la spesa ed elimina frutta e verdura. Alla faccia del Cresci Italia!”.

Le opposizioni: Tentorio non conceda spazi al fascista Fiore

Roberto Fiore, leader di Forza Nuova BERGAMO -- Le opposizioni in consiglio comunale  hanno inviato una lettera aperta al sindaco di ...

Berlusconi archivia il Pdl: serve nuovo progetto

Silvio Berlusconi ROMA -- Vertice fiume nella notte a Palazzo Grazioli per cercare di trovare una soluzione ...