iscrizionenewslettergif
Valseriana

Lizzola: valorizziamo quel che c’è di buono

Di Redazione3 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lizzola

Lizzola

LIZZOLA — Riceviamo e pubblichiamo questo intervento da parte di un lettore sulla situazione degli impianti sciistici dell’Alta Valseriana, nello specifico di Lizzola.

“Buongiorno,
sono un frequentatore di Lizzola ove spesso vengo anche a sciare. Nelle ultime settimane si è sentito parlare molto criticamente delle montagne attorno a Lizzola. Da un lato i continui attacchi degli ambientalisti verso le cascate del serio e la pista del sole si sono fatti sempre più implacabili come mostrano i numerosi articoli apparsi in internet e sui quotidiani locali.

Da ultimo la situazione di colere col relativo rischio chiusura ha innescato una nuova polemica che coinvolge Lizzola, spesso citata relativamente al comprensorio che sembra ormai tramontato.

L’immagine che ne consegue è certamente negativa e Lizzola ne fa le spese a dispetto delle intenzioni degli uni e degli altri.

Purtroppo, nel contesto Lizzola ha in essere la campagna di prevendita dello stagionale e dopo l’offerta a 99 euro chiusa il 31 agosto scorso ora, fino al 10 novembre propone lo stagionale a 149 euro comprendente, però, anche lo sci in notturna come divulgato dal sito.

In mezzo a tutto il clamore e le polemiche che a volte appaiono come strunebtali per non dire sterili questo momento importante per la vita ed il finanziamento della stazione rischia di essere compromesso poichè l’attenzione è riposta sui lati negativi che sempre appaiono mentre l’offerta allettante è messa in secondo piano.

Riparare ai danni d’immagine comporterebbe un investimento in termini di risorse per la pubblicità enorme non certo sopportabile da una piccola realtà che si vede scorrere addosso critiche con difficoltà nel replicare.

Sarebbe opportuno, credo, fare il punto della situazione, chiarire come si pone Lizzola e colere sul futuro comprensorio. Capire se è definitivamente tramontato o se l’iter prosegue. Serve sentire una parola chiara almeno sulle intenzioni poichè leggendo sui media la situazione è tutt’altro che chiara.

Serve una attenzione rivolta anche a ciò di buono che la stazione di Lizzola propone. Spero che i media possano valutare anche questo aspetto che determina il momento più importante, la prevendita, per garantire gli introiti necessari ad assicurare la vita di un’attività come quella degli impianti di risalita”.

Cesare

Enduro sui sentieri di montagna: gli escursionisti protestano

Una moto da enduro sui sentieri di montagna CLUSONE -- Riceviamo e pubblichiamo questa lettera da parte di un lettore che segnale l'ennesima ...

Bratto: raffica di furti in casa durante la Pegher Fest

Un ladro CASTIONE DELLA PRESOLANA -- Nonostante la recente cattura del responsabile dei furti nelle seconde case ...