iscrizionenewslettergif
Salute

La cannabis aumenta il rischio suicidio

Di Redazione1 ottobre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La cannabis aumenta i pensieri legati al suicidio

La cannabis aumenta i pensieri legati al suicidio

Il consumo di cannabis porta a pensieri suicidi. Lo dimostra uno studio neozelandese dal titolo “Cannabis use and suicidal ideation”, redatto dall’Università di Melbourne e presentato nei giorni scorsi a una conferenza sull’argomento, che si è tenuta nella città australiana.

Un team di ricercatori ha utilizzato i dati di uno studio della “Christchurch Health and Development Study” che analizzava il comportamento dei bimbi nati nel 1977 in Nuova Zelanda, al fine di stabilire se esistesse una relazione causale tra l’uso di cannabis ed eventuali tendenze suicide.

Ebbene, nel campione osservato è risultato che il 38 per cento delle femmine e il 31 per cento dei maschi aveva avuto pensieri suicidi. L’età media di insorgenza di tali pensieri è stata fissata ai 17 anni per le femmine e 18 anni per i maschi.

Inoltre, la probabilità di avere tali pensieri nei consumatori giornalieri di cannabis è stata rilevata nel 74,4 per cento per le femmine e del 51 per cento per i maschi. Mentre per i non consumatori questo dato si fermava rispettivamente al 35 e al 25,5 per cento.

“Questo studio, così come altri – ha dichiarato l’esperto Giovanni Serpelloni – fa capire che l’uso di cannabis soprattutto in persone vulnerabili può incrementare il rischio di mortalità per varie cause. E’ risaputo infatti che il Thc (principio attivo della cannabis) non crea una mortalità diretta, ma non può essere sottovaluto l’incremento di mortalità indiretta dovuto all’aumento delle probabilità di incidenti stradali, sui luoghi di lavoro, domestici, criminali e non ultimi i suicidi legati all’uso di cannabis”.

“Porrei l’accento sulle ricadute sull’attenzione e sulla stabilità psichica dei soggetti, in relazione sia agli stati depressivi che demotivazionali che la cannabis è in grado di creare”, prosegue il medico. “Altri studi prima di questo avevano comunque già evidenziato che chi utilizza la cannabis quotidianamente è affetto da disturbi di ansia e depressivi e quindi risulta essere più esposto al rischio di suicidio”.

Dieta mediterranea? Al distributore

Distributori automatici Favorire il consumo di alimenti salutari ispirati ai principi della dieta mediterranea anche nei pasti ...

Uomo: dimmi le tue misure, saprò da dove vieni

Uomo sotto la doccia Le misure contano. Se non altro per collegare gli uomini alla loro nazione di provenienza. ...