iscrizionenewslettergif
Esteri

Soldati cercano bombe e trovano una bimba abbandonata

Di Redazione26 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La bimba abbandonata, ritrovata dai soldati della Nato

La bimba abbandonata, ritrovata dai soldati della Nato

KABUL, Afghanistan — Pensavano fosse un pacco bomba. Invece quel fagotto abbandonato sul ciglio della strada era una bambina appena nata. E’ accaduto a Kunar, in Afghanistan, a una unità di soldati polacchi della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf) della Nato.

I militari stavano setacciando il territorio alla ricerca di ordigni da disattivare quando si sono imbattuti in una scatola sospetta. “Avevamo dato l’allarme per una possibile bomba artigianale collocata dai talebani – ha detto il portavoce del contingente polacco della base di Waghez – ed avevamo adottato tutte le precauzioni del caso. Ma la sorpresa è stata grande quando abbiamo sentito che all’interno del pacco qualcosa si muoveva”.

Si trattava di una neonata con non più di due giorni di vita, avvolta in un asciugamano. Trasportata alla base, la bimba è stata visitata dai medici del pronto soccorso. E’ in buona salute. “C’e’ stato un po’ di imbarazzo – spiegano i militari – perchè la struttura non era attrezzata per assistere ed alimentare un neonato”. Ma poi un soldato è stato incaricato di una missione speciale: andare nella farmacia del vicino centro abitato per comprare un biberon, latte e alimenti per neonati.

La bimba è stata chiamata Pola, dal nome del paese da cui vengono i soldati che l’hanno salvata. Ora toccherà alle autorità afgane trovare i genitori o assisterla in un centro per minori abbandonati.

Cucciolo di panda muore allo zoo di Washington (video)

Un panda allo zoo WASHINGTON, Usa -- Non ce l'ha fatta. Il cucciolo di panda gigante nato lo scorso ...

Gli indignados assediano il parlamento: 64 feriti a Madrid

I violentissimi scontri di Madrid MADRID, Spagna -- E' di almeno 64 feriti e di una ventina di arrestati l'esito ...