iscrizionenewslettergif
Bergamo

Yara, nuova perizia per chiarire le frasi di Fikri

Di Redazione25 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mohamed Fikri

Mohamed Fikri

BERGAMO — Una trafila infinita. E’ stata rinviata per l’ennesima volta la discussione sull’archiviazione del fascicolo riguardante Mohamed Fikri, il marocchino che in un primo momento era stato accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio e poi scarcerato.

L’udienza, fissata per questa mattina al tribunale di Bergamo è slittata. Il motivo? La necessità di attendere l’esito di ulteriori controlli sulla possibile contaminazione, in sede di autopsia, del dna ritrovato sul corpo della piccola. E soprattutto una nuova perizia, magari indipendente, che chiarisca una volta per tutte il reale contenuto delle frasi pronunciate a quell’epoca da Fikri che tanto insospettirono i carabinieri.

A chiedere l’archiviazione del caso era stata la stessa procura di Bergamo. Fikri resta quindi per ora l’unico indagato. L’operaio, che in quel famigerato 26 novembre aveva lavorato al cantiere di Mapello, era stato fermato il 4 dicembre 2010, nove giorni dopo la scomparsa di Yara.

A portare i carabinieri sulle sue tracce una frase mal tradotta dall’arabo: “Perdonami Dio, non è quella che ho ucciso io” oppure “Perdonami Dio, non l’ho uccisa io”. Il giovane, che stava per tornare in Marocco come ogni inverno, venne intercettato sulla nave e riportato indietro.

L’intercettazione riascoltata e stavolta tradotta in altri quattro modi, compatibili con la spiegazione fornita dal marocchino, che cercava di contattare un creditore che gli desse il denaro per il viaggio: “Che Dio lo spinga a rispondere”, “Dio perche’ non vuole andare questo telefono?”, “Dio, perche’ non passa (la linea)?” e “Dio, perche’ non rispondi?”. Questo, insieme all’alibi fornito dal suo datore di lavoro, lo fecero scarcerare.

Qualche mese fa lo stesso pm Letizia Ruggeri ha chiesto l’archiviazione, ma il gip Ezia Maccora ha disposto nuovi accertamenti per escludere in modo definitivo che il Dna trovato sul corpo di Yara fosse del muratore.

Violento temporale su Bergamo: pioggia a secchiate

Il cielo oscuro questo pomeriggio per il temporale BERGAMO -- Un violento temporale si è abbattuto questo pomeriggio intorno alle 15.30 su Bergamo. ...

Casa Suardi: salta la vendita a Ubi Banca

La meravigliosa Casa Suardi in Piazza Vecchia BERGAMO -- Nulla da fare. La celebre casa Suardi che si affaccia su Piazza Vecchia, ...