iscrizionenewslettergif
Salute

Pillola dei 5 giorni dopo: i ginecologi non la prescrivono

Di Redazione24 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La difficile decisione

La difficile decisione

In Italia 7 ginecologi su 10 non prescrivono la “pillola dei 5 giorni dopo”. Infatti, la normativa prevede che, prima della prescrizione, sia stato effettuato un test per escludere che si sia già instaurata una gravidanza. A svelarlo sono i dati relativi a 200 ginecologi di tutta Italia raccolti da Datanalysis per conto della Società medica italiana per la contraccezione (Smic).

Stando ai pareri dei medici, in generale, questo metodo contraccettivo d’emergenza è considerato un farmaco migliore rispetto alle altre soluzioni disponibili sul mercato, come, ad esempio, le pillole d’emergenza contenenti l’ormone levonorgestrel: in effetti, la “pillola dei 5 giorni dopo” è tre volte più efficace nelle prime 24 ore dal rapporto a rischio e due volte di più nelle prime 72 ore.

Tuttavia, spiega Emilio Arisi, presidente della Smic, i dati raccolti confermano anche le paure precedenti alla “decisione assunta dall’Aifa di inserire l’obbligatorietà del test su beta-Hcg nelle modalità di impiego del nuovo farmaco, ossia che questo avrebbe rappresentato un rischio concreto di inaccessibilità o comunque di difficoltà e ritardo nell’accesso alla contraccezione d’emergenza”.

La richiesta dell’esito di un test di gravidanza è “un’anomalia tutta italiana” e i dati di vendita rilasciati dall’azienda produttrice parlano, infatti, di circa 4.500 confezioni di “pillola dei 5 giorni dopo” acquistate in Italia dalla sua messa in commercio, contro le circa 13.000 vendute nello stesso periodo in Germania. A farne le spese però non è tanto l’industria farmaceutica, quanto, sottolinea Arisi, “le donne che devono sottoporsi a un test spesso non necessario per poter ricevere un farmaco che risulta sempre comunque più efficace delle precedenti formulazioni”.

Ictus: una proteina ne riduce i danni

Ricerca scientifica Una proteina endogena del sangue riduce fortemente i danni cerebrali causati da ictus. Si tratta ...

Dieta: i latticini non aiutano a dimagrire

Latticini freschi Aumentare il consumo di latticini non aiuta in modo significativo a perdere peso. La smentit ...