iscrizionenewslettergif
Italia

Omicidio di Lignano, la cubana confessa: rapina finita male

Di Redazione18 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lisandra Aguila Rico, la cubana, ha confessato

Lisandra Aguila Rico, la cubana, ha confessato

LIGNANO SABBIADORO — Ha confessato Lisandra Aguila Rico. La 21enne di origini cubane, fermata ieri per l’omicidio dei coniugi Rosetta Sostero, 65 anni, e Paolo Burgato, 67, avvenuto un mese fa a Lignano Sabbiadoro ha raccontato agli investigatori la sua versione dei fatti.

Secondo quanto riferito dall’avvocato Carlo Serbelloni, la donna ha detto agli inquirenti che “non volevo assolutamente che le cose finissero in questo modo”. La ragazza ha detto che la situazione è sfuggita di mano e l’omicidio non era premeditato.

La giovane sudamericana, che viveva a Lignano da molti anni, ha lavorato come commessa nella gelateria “Il re del gelato”, accanto alla coltelleria dei coniugi uccisi. Secondo la ricostruzione dei fatti, insieme al fratello avrebbe organizzato una rapina nella casa dei coniugi sapendo che i due tenevano denaro in casa. I coniugi però li avrebbero riconosciuti e i due ladri, smascherati, li avrebbero uccisi.

Resta intanto ricercato per omicidio il fratello della cubana. Si tratta Laborde Reiver Rico, 24 anni che potrebbe essere riuscito a fuggire all’estero. I carabinieri sarebbero sulle sue tracce.

Cade per 50 metri: escursionista muore sul Monte Grappa

Il Monte Grappa VICENZA -- Una caduta fatale, lungo il dirupo, per una cinquantina di metri. Un'escursionista padovana ...

Forti temporali in arrivo sul Nord Italia

Temporali in arrivo al Nord MILANO -- Seguendo un vezzo tutto da comprendere, ad ogni perturbazione in arrivo i meteorologi ...