iscrizionenewslettergif
Sport

Scommesse: il conto segreto in Svizzera non è di Doni

Di Redazione14 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cristiano Doni stavolta non c'entra nulla

Cristiano Doni stavolta non c’entra nulla

BERGAMO — “Non mi risulta ma non si sa mai”. Persino l’avvocato Salvatore Pino, legale difensore di Cristiano Doni, ha vacillato questo pomeriggio alla notizia che una procura svizzera stava indagando per un conto segreto aperto da un giocatore di serie A nel paese elvetico, attraverso un prestanome, per riciclare denaro proveniente da scommesse illecite.

In un primo momento pareva che nel mirino ci fosse ancora l’ex capitano dell’Atalanta, appunto. Poi, con il passare delle ore la smentita. Non è Doni il giocatore di serie A coinvolto nella faccende. E’ stata la procura di Cremona stessa ad escluderlo, precisando di non aver chiesto alcuna rogatoria internazionale sull’ex calciatore nerazzurro.

La faccenda su cui stanno indagando i magistrati è brutta. Perché secondo la Procura di Berna-Mittelland è implicata anche la criminalità organizzata. A quanto pare, un’organizzazione internazionale, attirata dal mondo delle scommesse, ha riciclato per anni fiumi di denaro, con l’appoggio di bookmakers e calciatori.

Sul conto corrente di uno di questi sarebbero state depositate ingenti somme di provenienza illecita. La magistratura elvetica, stando a quanto riportato dal portale “Fussball.ch”, avrebbe chiesto di ascoltare un calciatore e altre cinque persone.

Atalanta: torna Peluso, Schelotto ancora in forse

Federico Peluso ieri a Zingonia (foto courtesy Atalanta.it) BERGAMO -- Massima concentrazione. Oggi, come di consueto, allenamento a porte chiuse per l'Atalanta in ...

Motogp: Valentino secondo posto dedicato a Marco Simoncelli

Valentino Rossi secondo a Misano nella MotoGp MISANO -- Con una grande prestazione Valentino Rossi torna sul podio e si aggiudica il ...