iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Renzi si candida alla primarie del Centrosinistra

Di Redazione13 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matteo Renzi sul palco di Verona

Matteo Renzi sul palco di Verona

VERONA — Parte da ufficialmente da Verona la sfida di Matteo Renzi. Questa mattina dal palco del teatro La Gran Guardia, il sindaco di Firenze ha lanciato la sua “candidatura a guidare il paese per i prossimi 5 anni”.

“Annuncio ufficialmente la mia e la nostra candidatura” ha detto Renzi ha ufficialmente dichiarato la sua partecipazione alle primarie del centrosinistra.

“Si tratta di cambiare l’Italia, non il Pd – ha detto Renzi – e io avverto come possibile e immediata questa opportunità. Se si perde non ci si inventa una formazione politica di serie Z, ma saremo in prima fila a dare una mano a chi vince”.

“Mi dicono di ringraziare Bersani per la primarie – ha detto Renzi – e io dico grazie a Bersani per tanti motivi: chi parla male dell’avversario fa un errore, ma chi parla male degli amici fa un errore doppio. Ma le primarie non sono una concessione, sono elemento costitutivo del Pd: chi negasse le primarie negherebbe il Pd”.

Tre le parole d’ordine su cui Renzi costruisce la sua candidatura: futuro, Europa e merito. “L’esperienza del governo Monti – ha detto – ha restituito all’Italia l’idea di un Paese che fa e non rimanda. Se vinceremo noi continueremo a fare le cose immediatamente e non a rinviarle. C’é “consapevolezza che Monti, però, non é riuscito ad offrire una speranza. Forse non era quello il suo obiettivo, ma non vedo l’idea del coinvolgimento e di un ideale lanciato nel futuro”.

Retroscena: Monti aspetta le mosse dell’armata centrista

Casini e Monti ROMA -- Monti è attendista. Ma alle sue spalle molto si sta muovendo per un ...

Cimitero islamico, la Lega: rivedere la convenzione

Il capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale Alberto Ribolla BERGAMO -- Era stato uno dei cavalli di battaglia della Lega bergamasca. Ora torna alla ...