iscrizionenewslettergif
Bergamo

Morosini: tre indagati per omicidio colposo

Di Redazione10 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I drammatici momenti della morte di Piermario Morosini

I drammatici momenti della morte di Piermario Morosini

BERGAMO — La Procura di Pescara ha iscritto nel registro degli indagati il medico sociale del Livorno Manlio Porcellini, quello del Pescara Ernesto Sabatini e il medico del 118 Vito Molfese per la morte del giocatore bergamasco Piermario Morosini avvenuta durante una partita di serie B, il 14 aprile scorso.

Per i tre indagati il reato ipotizzato è omicidio colposo. Secondo il referto autoptico consegnato dal professor Cristian Ovidio dell’Università di Chieti alla procura, il 25 calciatore del Livorno è morto a causa di una cardiomiopatia aritmiogena.

L’inchiesta del pubblico ministero Valentina D’Agostino cercherà di accertare se il mancato utilizzo del defibrillatore nei concitati momenti della tragedia possa aver portato al decesso del calciatore. Nelle 200 pagine dell’autopsia si legge che la patologia si era manifestata con una “fibrillazione ventricolare”, quindi il “defibrillatore andava assolutamente usato”.

La stessa tesi è sostenuta dalla consulente della famiglia Morosini, l’esperta dell’Università di Padova Cristina Basso.

Yosemite, virus letale: 7 bergamaschi a rischio contagio

I controlli al parco di Yosemite, colpito dall'epidemia BERGAMO -- Ci sono anche 7 bergamaschi fra le persone che nell'agosto scorso si trovavano ...

Riforma del lavoro: piccola guida ai nuovi contratti

Nuovi contratti nella riforma del lavoro dipendente BERGAMO -- Quali contratti si possono fare al personale con la nuova riforma del lavoro? ...