iscrizionenewslettergif
Politica

Monti-bis: Casini apre. Alfano: il Professore si candidi

Di Redazione10 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mario Monti

Mario Monti

ROMA — Monti sì, Monti no. Sono in molti, soprattutto al centro, a vedere di buon grado l’ipotesi di un nuovo governo Monti dopo le elezioni politiche del prossimo anno, che avverranno in piena crisi economica. Ma il dibattito su un Monti-bis è ancora molto acceso nella politica italiana.

Il premier per ora si trincera dietro “il paese saprà darsi un leader in grado di guidarlo” che tuttavia non convince la politica che continua ad interrogarsi sul suo futuro.

Il segretario del Pdl Angelino Alfano ha detto che “Monti ha un solo modo per restare a palazzo Chigi: candidarsi”. L’ex Guardasigilli sa bene che è un’ipotesi che il Professore ha sempre scartato, ma pur ribadendo pieno sostegno all’azione del governo sottolinea che qualsiasi altra strada farebbe venir meno il “sale” della democrazia.

Di tutt’altro avviso Pier Ferdinando Casini: “Dopo Monti c’é solo Monti, il cammino del governo non va interrotto perché la strada è ancora lunga”.

Per la terza gamba che sostiene l’attuale maggioranza, quella del Pd, parla il segretario Pierluigi Bersani: “Tocca agli italiani e solo agli italiani decidere chi governerà”.

Bersani lancia una stoccata alle agenzie di rating: “Parliamo senza ambiguità della prospettiva delle elezioni, sempre che Moody’s o Standard e Poor’s non le aboliscano sostituendole con una consultazione fra banchieri”.

Api: Tabacci candidato alle primarie del centrosinistra

Bruno Tabacci BERGAMO -- Bruno Tabacci è disponibile a candidarsi alle primarie di coalizione del centrosinistra. Lo ...

Renzi irride Veltroni: tanti romanzi belli per il futuro

Matteo Renzi ROMA -- Toni sempre pià accesi fra Matteo Renzi e gli alti papaveri del Pd. ...