iscrizionenewslettergif
Economia

Angeletti: perdiamo 1000 posti di lavoro al giorno

Di Redazione10 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Luigi Angeletti

Luigi Angeletti

ROMA — “È la Caporetto dell’occupazione”. Non usa mezzi termini il segretario della Uil Luigi Angeletti per descrive la situazione dell’economia italiana e soprattutto l’emorragia di posti di lavoro che sembra non fermarsi mai.

“Stiamo perdendo mille posti di lavoro al giorno. È un’emorragia che non si arresta. L’autunno sarà drammatico” ha detto Angeletti impegnato a Roma nel tentativo quasi disperato di trovare la soluzione per evitare la chiusura dello stabilimento sardo dell’Alcoa di Portovesme.

Nell’incontro di ieri al ministero dello Sviluppo il ministro Passera ha ribadito che il governo metterà “il massimo impegno per risolvere la questione”, ma non ha nascosto che per trovare una soluzione che eviti la chiusura dello stabilimento (e di fatto l’uscita dell’Italia dal settore dell’alluminio) “potrebbero volerci mesi”.

Al momento, a parte due tiepidi interessamenti di società straniere (Glencore e Klesch) non c’è nulla di concreto sul tavolo. Anche il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, non ha spinto all’ottimismo dicendo che il governo è dalla parte dei lavoratori, ma aggiungendo che “sarebbe sbagliato dire che saranno garantiti quei posti di lavoro”.

Oggi nuovo incontro fra sindacati e governo. Ma regna il pessimismo. Il segretario della Uil Angeletti ha detto che “l’esecutivo non ha soldi per spingere la crescita ed essendo a fine legislatura non ha la forza politica necessaria”.

Acquisto di bond illimitato: Draghi salva l’euro e l’Europa

Mario Draghi FRANCOFORTE, Germania -- Mario Draghi ce l'ha fatta. Il presidente della Banca centrale europea non ...

Pil peggiore del previsto. Monti: ripresa nel 2013

Il premier italiano Mario Monti ROMA -- Brutte notizie sul versante del prodotto interno lordo italiano. Nel secondo trimestre dell'anno ...