iscrizionenewslettergif
Cultura

Il poema epico arabo incanta il Festival di Mantova

Di Redazione6 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Festival di Mantova

Festival di Mantova

Si respirano profumi provenienti dal mondo arabo al Festivaletteratura di Mantova, inaugurato ieri e giunto alla sua 16esima edizione. Previsti 293 scrittori e artisti, con un evento di punta programmato per venerdi’ pomeriggio, presso la tenda Sordello, in cui sarà ospite il prof. Mahmoud Jaran.

“L’Arab(b)ia di Pasolini, lo scontento del poeta e il suo sguardo incantato verso il mondo arabo” è il titolo del suo intervento, mentre quasi in contemporanea, Tahar Lamri, narratore di origini algerine presentera’ al cinema Oberdan – in anteprima italiana – la pellicola “Sira – Songs of the crescent moon” (Canti della luna crescente), di Sandra Gysi e Ahmed Abdel Mohsen.

La Sira e’ infatti il piu’ importante poema epico arabo, riconosciuto oggi dall’Unesco come patrimonio immateriale del mondo. Si tratta di un lungometraggio realizzato nel 2011 da Gysi (di origini svizzere) e Abdel Mohsen (egiziano).

Edward Weston: 110 scatti in mostra a Modena

Un'opera di Edward Weston,Toadstool, Edward Weston, il grande fotografo scomparso nel 1958, viene celebrato a Modena in una mostra ...

Stephen Greenblatt: Lucrezio cambiò il mondo

Greenblatt Mantova ha incoronato l'americano Stephen Greenblatt, oggi ospite del Festivaletteratura. Il Premio Pulitzer 2012 con il ...