iscrizionenewslettergif
Bergamo

Ubi Banca, tagli alle filiali: sindacati preoccupati

Di Redazione5 settembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ubi Banca

Ubi Banca

BERGAMO — Sarà un confronto aspro. Sindacati e azienda cominceranno venerdì mattina i colloqui per la riorganizzazione del gruppo Ubi che secondo il piano industriale prevede il taglio di 1.578 dipendenti e la chiusura di 77 filiali e mini-sportelli, due dei quali a Bergamo e provincia.

Sul tavolo la razionalizzazione delle strutture del gruppo che punta a un riequilibrio del rapporto costi-ricavi, con un intervento strutturale sul costo del personale da 115 milioni di euro, di cui almeno 70 a partire dal 2013.

La ristrutturazione coinvolge 1.578 figure full time (incluse le 930 già comprese nel piano 2011-2015 già concordato), tra Ubi e Ubi servizi (533), banche rete (963) e società prodotto (82), di cui 930 da conseguire già entro fine anno.

I sindacati hanno espresso la loro preoccupazione per la perdita di posti di lavoro. Il piano presentato dall’azienda prevede anche una serie di ottimizzazione delle filiali, con chiusura o trasformazione di minisportelli con insufficiente redditività o in posizioni “non funzionali ad un’efficiente gestione della clientela”.

Per la provincia di Bergamo, in particolare, è prevista la chiusura della filiale del Banco di Brescia di Borgo Palazzo e la trasformazione in minisportello della filiale di Sedrina della Banca Popolare di Bergamo.

Per la Banca Popolare di Bergamo sono previste anche tre chiusure di filiali, ma tutte in Brianza.

Museo archeologico: ultima serata aperta ai bambini

Il Museo archeologico di Bergamo, in piazza della Cittadella BERGAMO -- Per la serata conclusiva dell’edizione di "Musei Notti Aperte 2012" il Museo archeologico ...

Bruno Bozzetto, doppio appuntamento a “Notti di luce”

Bruno Bozzetto BERGAMO -- Mercoledì 5 settembre "Notti di Luce" torna al luogo dove 14 anni fa ...