iscrizionenewslettergif
Politica

Vacanze pagate per la scorta: Libero attacca, Fini querela

Di Redazione13 agosto 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente della Camera Gianfranco Fini

Il presidente della Camera Gianfranco Fini

ROMA — Gianfranco Fini ha annunciato querela contro il quotidiano “Libero” di Maurizio Belpietro che ieri ha accusato il presidente della Camera di aver prenotato nove stanze di albergo di Orbetello per tutta l’estate, destinate alla sua scorta, con una spesa complessiva di 80mila euro.

Nell’articolo, il quotidiano si chiedeva “chi paga le camere dell’hotel di Orbetello dove alloggiano i bodyguard di Fini”.

“Le modalità per garantire la sicurezza della mia persona in ragione della carica istituzionale ricoperta sono decise autonomamente dai competenti organismi del Ministero degli Interni” ha replicato Fini. “Dal giorno in cui sono stato eletto presidente della Camera ad oggi non ho mai chiesto, né tanto meno ho mai usufruito di servizi diversi, e men che meno privilegiati e di favore”.

“E’ quanto accade per tutte le cariche istituzionali e politiche per cui si ritengono necessarie misure di tutela e di sicurezza”, precisa Fini. “Ho preventivamente informato di questa nota il Ministro degli Interni, dottoressa Cancellieri, che ringrazio per la sensibilità dimostrata, e ho dato mandato, a tutela della mia onorabilità, di adire le vie legali nei confronti di Libero”.

Tour dei boss mafiosi: bufera sulla Alfano e Lumia

Sonia Alfano ROMA -- E' bufera per l'iniziativa della europarlamentare Sonia Alfano che, insieme a Giuseppe ...

Il ministro: tagliare le auto blu. Ma in molti non ci sentono

Il ministro chiede il taglio delle auto blu ROMA -- Sforbiciare, e presto, le auto blu. E' questo l'invito del ministro Filippo Patroni ...