iscrizionenewslettergif
Politica

Il tribunale nega i domiciliari: Lusi resta in carcere

Di Redazione3 agosto 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi

L’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi

ROMA — Il giudice per le indagini preliminari di Roma ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dai legali del senatore Luigi Lusi, indagato per i 25 milioni di euro spariti dalle casse della Margherita quando il politico era il tesoriere.

Lusi dunque resterà in carcere. Giovedì il pubblico ministero Stefano Pesci aveva dato parere favorevole alla concessione degli arresti domiciliari. Contrario alla scarcerazione il giudice D’Alessandro che ha deciso di respingere l’istanza.

Lusi si trova in carcere dal 20 giugno con l’accusa di essersi impossessato di circa 25 milioni di euro dalle casse dell’ex Margherita. Soldi finiti su società estere intestate alla moglie, in Canada, o utilizzati per acquistare immobili di lusso nella quale il senatore viveva.

La Procura ha contestato a Lusi anche il reato di calunnia nei confronti di Francesco Rutelli e di altri vertici della Margherita per aver sostenuto che esisteva un patto di spartizione del denaro del partito.

Questione meridionale: e se applicassimo il metodo Maersk

Michele Luccisano BERGAMO -- La questione meridionale non è mai stata risolta. Lo sviluppo del sud Italia ...

Bossi difende il Trota: non ha preso soldi della Lega

Renzo Bossi e Francesco Belsito ARCENE -- Bagno di folla per Umberto Bossi alla festa della Lega di Arcene. Il ...