iscrizionenewslettergif
Università

Profumo: tasse proporzionali al reddito

Di Redazione2 agosto 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Ministro Profumo

Il Ministro Profumo

“Bisogna dire le cose con estrema sincerita’ e serenita’. Il costo o l’investimento su ogni studente e’ di circa 5mila euro in Italia, il contributo medio e’ da parte degli studenti di circa mille euro. In tutte le realta’ universitarie le contribuzioni sono legate ai redditi delle famiglie attraverso un indicatore particolare. Le tasse sono quindi corrispondenti a questi. Io credo che il Paese abbia bisogno di definire un processo culturale in cui c’e’ un maggiore rispetto delle regole e dei tempi”. Queste le parole del ministro dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Universita’, Francesco Profumo.

A margine della cerimonia di presentazione del progetto Gssi, rispondendo ai giornalisti che chiedevano spiegazioni sull’aumento dei costi universitari anche per i fuori corso, Profumo ha spiegato: “C’e’ da parte mia una grande attenzione verso gli studenti lavoratori e le universita’, che devono avere una struttura di tassazione per gli studenti lavoratori in cui la persona possa programmare i tempi ed i modi in cui far coincidere il lavoro e lo studio”.

“Io credo che a loro deve essere mandato un segnale che deve essere tangibile – ha sottolineato il ministro – ovvero che ci deve essere un maggiore impegno sul fronte di risorse, ma parlando di risorse anche ridotte, se voi pensate che il 95% degli studenti fuori corso hanno comunque dei redditi estremamente bassi, l’incremento che poteva essere del 25% e’ inferiore al costo di un caffè”.

Tfa: Cicerone distrutto da nuovi svarioni

Cicerone Il Tfa prosegue. E, in attesa, della classe di concorso dell'area di inglese programmata per ...

Profumo: necessaria più interazione tra i saperi

Francesco Profumo Maggiore interazione tra i saperi. Questa la posizione del Ministro dell'Istruzione e dell'Università Francesco Profumo ...