iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Ricattavano imprenditore: arrestati due senegalesi

Di Redazione31 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri in azione

I carabinieri in azione

SERIATE — Due senegalesi sono stati arrestati dai carabinieri per estorsione ai danni di un piccolo imprenditore che li aveva licenziati perché ritenuti responsabili di strani ammanchi di merce dal magazzino di una società di Seriate attiva nella distribuzione di gomme per veicoli.

I due volevano ricattare l’uomo, capo di una azienda di trasporti e consegne di pneumatici che aveva rapporti di lavoro con l’impresa di Seriate. Alla vittima i due extracomunitari, con ripetute telefonate e varie lettere di minaccia, hanno chiesto il pagamento di 35mila euro in contanti, per non rivelare ai dirigenti che negli ammanchi di pneumatici era coinvolto anche lui.

L’uomo aveva infatti acquistato dai due senegalesi, per poi rivenderli, pneumatici sottratti a quel magazzino. Il piccolo imprenditore, temendo di perdere il lavoro, aveva già versato quindicimila euro. L’altra sera, all’appuntamento per saldare il conto, si sono presentati sia gli estorsori che la vittima, ma anche i carabinieri che, al momento della consegna del denaro, hanno bloccato i due ricattatori.

I due si trovano agli arresti domiciliari.

Ragazzino bloccato in mezzo al Serio dalla piena

Il Serio in piena ALZANO LOMBARDO -- Un ragazzino di 13 anni, di origini bosniache, è stato salvato ieri ...

Infarto mentre va in bici: morto l’ex sindaco di Torre Boldone

L'elicottero del 118 VILLA DI SERIO -- E' morto mentre stava facendo un giro in bicicletta a Villa ...