iscrizionenewslettergif
Italia

Green Hill, affidati i primi cuccioli: nuova vita per i beagle

Di Redazione27 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Affidati i primi beagle della Green Hill

Affidati i primi beagle della Green Hill

BRESCIA — La prima ad essere stata assegnata è una cagnetta, gravida. Si chiama Vegan. Sono cominciate questa mattina le assegnazioni dei 2400 Beagle dell’allevamento Green Hill di Montichiari, in provincia di Brescia, posto sotto sequestro la scorsa settimana dalla magistratura.

Da stamani, davanti al comando di Brescia del Corpo Forestale dello Stato, si sono formate lunghe code di persone che attendono di avere un cagnolino per dargli una casa, strappandolo all’orrenda fine della vivisezione.

Il primo beagle è stato assegnato a Giuliano Floris, esponente del Coordinamento “Salviamo i cani di Green Hill”. “Questa è solo una prima battaglia vinta – ha detto Floris, visibilmente emozionato, prendendo in braccio il suo beagle -. Green Hill non è ancora chiuso”.

Secondo Lav e Legambiente saranno almeno un centinaio i cani che saranno affidati nel corso della giornata. “Si tratta di un’operazione complessa. Questi animali – hanno spiegato Gianluca Felicetti di Lav e Nino Morabito di Legambiente – sono solo il simbolo degli 836 mila animali che ogni anno sono usati per la sperimentazione”.

Tremila le richieste d’adozioni finora arrivate. Frutto di una grande mobilitazione sociale, passata anche attraverso internet. “In queste ore si lavora alacremente – ha affermato Simona Novi, presidente dell’Avcp – per contattare telefonicamente tutti i cittadini che hanno compilato i form via Internet o stanno telefonando al call center di Legambiente. Si tratta di una lotta contro il tempo per far sì che tutti gli animali, il 50 per cento cuccioli, ma anche femmine gravide e maschi e femmine adulti per procreazione, lascino il prima possibile i capannoni dello stabilimento Green Hill”.

Milano, sì al registro unioni civili. Pisapia: non è via libera a matrimoni gay

Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia MILANO -- "Prima di tutto una precisazione: non si tratta di un'apertura ai matrimoni gay". ...

Incastrato fra le sbarre del letto: bimbo muore soffocato

Dramma nel Pistoiese PISTOIA -- E' morto soffocato, dopo essere rimasto incastrato con la testa nelle sbarre del ...