iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Strage del cinema: il killer svelò il suo piano a uno psichiatra

Di Redazione26 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
James Holmes in tribunale

James Holmes in tribunale

DENVER, Usa — Emergono particolari inquietanti dalla strage nel cinema di Aurora, sobborgo di Denver. Nella carneficina James Holmes, giovane di 24 anni del Colorado, nello scorso fine settimana ha ucciso 12 persone e ne ferite altre 50 sparando sulla folla all’impazzata durante la proiezione dell’ultimo film di Batman.

Secondo le indagini il killer aveva spedito a uno psichiatra, prima della strage, un quaderno con i dettagli del suo folle piano, ideato forse, dopo la bocciatura ad un esame universitario.

Secondo quanto riferito da ABC News, Holmes avrebbe acquistato un potente fucile alcune ore dopo aver fallito un esame orale fondamentale presso l’Università del Colorado. Gli esperti sostengono che è possibile che Holmes avesse una sottostante malattia mentale, innescata dallo stress del fallimento.

Gli investigatori nel frattempo stanno cercando di capire dove e chi abbia fornito al folle le pistole che ha dimostrato sapere usare con precisione e dimestichezza.

Holmente resta nel carcere di Arapahoe County. Prosegue intanto il dibattito sul controllo delle armi negli Usa. Obama apre a nuove norme pur difendendo il secondo emendamento che garantisce agli americani il diritto di comprarsi armi da fuoco.

Neonato morto per una flebo: tentarono di insabbiare?

Un'incubatrice ROMA -- "Emergono suggestioni che sembrano indicare la volontà di nascondere quanto avvenuto". E' pesantissima ...

Investe 4 scooter e fugge: catturato grazie al web (video)

L'incidente TAIWAN, Cina -- Ha investito quattro scooter contemporaneamente. Poi è scappato. Ma il filmato dell'incidente ...